Movida violenta, scoppia la rabbia dei commercianti di Salerno

SALERNO. Dopo gli ennesimi episodi di microcriminalità che sabato sera si sono verificati a Salerno, scoppia la rabbia dei commercianti che chiedono maggiore sicurezza. In particolare i referenti dell’Asia Regionale, il Consorzio Torrione e i Mercanti Centro Storico intervengono sul tema della sicurezza chiedendo maggiore coordinamento delle forze dell’ordine sul territorio cittadino. In particolare si […]

SALERNO. Dopo gli ennesimi episodi di microcriminalità che sabato sera si sono verificati a Salerno, scoppia la rabbia dei commercianti che chiedono maggiore sicurezza. In particolare i referenti dell’Asia Regionale, il Consorzio Torrione e i Mercanti Centro Storico intervengono sul tema della sicurezza chiedendo maggiore coordinamento delle forze dell’ordine sul territorio cittadino. In particolare si chiede di tutelare i titolari dei ristoranti e dei negozi, dato che il commercio salernitano versa già in profonda crisi. Le tre associazioni che racchiudono i commercianti di Salerno già ad agosto avevano incontrato il Questore Anzalone per presentargli un progetto che potesse risolvere la situazione. I commercianti stanno creando una mappatura del salernitano, che verrà presentata all’amministrazione comunale, in cui verranno indicate le zone a più alto rischio microcriminalità, in particolare i luoghi dove sono presenti le banche, Poste ed altri uffici pubblici che hanno un circuito di video sorveglianza esterno. Da questa mappatura sarà possibile verificare dov’è necessario posizionare altre telecamere a circuito chiuso collegate con le forze dell’ordine per aumentale il controllo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *