La morte di Antonio De Sarlo. La passione per le due ruote e il pugilato

Antonio De Sarlo, vittima ieri di un grave incidente stradale, gareggiava in moto da ragazzino. Dopo un infortunio si era dedicato alla boxe

Antonio De Sarlo

BATTIPAGLIA. Ha lasciato sgomenta un’intera città la morte di Antonio De Sarlo, 18enne di Battipaglia vittima di un incidente in moto.

Le passioni per le due ruote e il pugilato

Proprio le due ruote erano la sua passione, fin da piccolo. Sfrecciava in gare motociclistiche già a 11 anni, prima che un incidente gli provocasse un grave infortunio a una spalla.

Dalle due ruote al ring. Antonio De Sarlo era anche appassionato di boxe, alla quale si era dedicato dopo lo stop alle gare motociclistiche.

Il 18enne era il fratello di Pasquale, capitano della formazione Primavera della Salernitana. Il club ha espresso ieri il cordoglio per la sua scomparsa.

Nel pomeriggio di oggi saranno celebrati i funerali, alle 15 presso la Chiesa di Sant’Antonio di Battipaglia, rione Serroni.

Ancora da chiarire le cause che hanno portato al tragico incidente. La moto Bmw sulla quale viaggiava Antonio De Sarlo ha perso aderenza, finendo per urtare in modo violentissimo una vettura in sosta. Il centauro è finito rovinosamente sull’asfalto, battendo la testa: è morto sul colpo.

L’amico che viaggiava con lui, un 19enne di Battipaglia, è stato trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso dell’ospedale Ruggi di Salerno.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *