Montecorvino Pugliano, approvato il programma natalizio

MONTECORVINO PUGLIANO. “Natale tra presente e passato” è il titolo dato dall’amministrazione comunale al programma natalizio approvato con deliberazione di Giunta n. 140 del 1 dicembre 2014. Quest’anno il Natale a Montecorvino Pugliano continuerà a coniugare il divertimento e la gioia per la festa con la riscoperta delle antiche tradizioni e della spiritualità. Un cartellone […]

MONTECORVINO PUGLIANO. “Natale tra presente e passato” è il titolo dato dall’amministrazione comunale al programma natalizio approvato con deliberazione di Giunta n. 140 del 1 dicembre 2014.
Quest’anno il Natale a Montecorvino Pugliano continuerà a coniugare il divertimento e la gioia per la festa con la riscoperta delle antiche tradizioni e della spiritualità.
Un cartellone natalizio, illuminato dalle luminarie e i decori predisposti dal vicesindaco Pierpaolo Martone, che raccoglie gli eventi promossi dall’Ente, in particolare gli assessori Silvana Nardiello alle Pari Opportunità, Crescenzo D’Alessio alla cultura e Michele Pagano alla Valorizzazione del Territorio, in collaborazione con gli organismi di partecipazione e l’Albo delle Associazioni.
Ad aprire gli appuntamenti ritorna domenica 7 dicembre dalle ore 15,00 presso la villa comunale di Santa Tecla l’appuntamento con “l’Albero in Piazza”, fortunata manifestazione promossa dal Forum dei Giovani, presieduto da Giovanni Toriello, che anno dopo anno raccoglie sempre più partecipanti pronti ad allestire l’albero più bello per vincere il primo premio.
Dal 19 al 21 dicembre l’assessorato alle Pari Opportunità, in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità presieduta da Erminia Ruggiero, presenta il “Villaggio di Natale”. Evoluzione riveduta e corretta dei “Mercatini di Natale”, il bazar natalizio quest’anno è rinnovato nella forma, con la presenza classica di stand espostivi con hobbisti ed artigiani e l’aggiunta di un’area ludico ricreativa per accogliere i bambini, e nella location della nuova struttura al coperto del Campo Polivalente “G. Siani”.
Sabato 20 dicembre dalle ore 11,00 presso l’aula consiliare “G. D’Ajutolo” si terrà l’incontro promosso dall’associazione “L’Acino d’Uva” denominato “la tua terra da bere e da gustare”, mentre il 21 dicembre dalle ore 16,30 saranno sempre gli spazi del Campo Polivalente “G. Siani” ad accogliere Babbo Natale nel villaggio per la riproposizione dell’iniziativa “Arriva Babbo Natale”.
Santo Stefano sarà all’insegna dell’arte, con gli appuntamenti promossi dall’assessorato alla cultura, con “l’ASD Tocco di Classe” impegnata presso la Villa comunale di Santa Tecla dalle ore 18,30 nello spettacolo “Le Stelle non si spengono” e la riproposizione alle ore 20,00 presso la Chiesa San Giuseppe e Vito di Bivio Pratole del classico ma sempre apprezzato “Concerto di Natale”.
Il Forum dei Giovani ritorna con due manifestazione: il 28 dicembre alle ore 20,30 presso la Palestra della Scuola di San Vito l’appuntamento con “Aspettando il 2015”, mentre il 6 gennaio dalle ore 15,00 presso la Piazza S. Bernardino di Pugliano ritorna l’appuntamento con la “Befana in Piazza”. Infine, da giovedì 8 a domenica 11 gennaio l’assessorato alla cultura presenterà nell’aula consiliare “G. D’Ajutolo” la manifestazione “tra storia e tradizioni”, tre giorni per la conoscenza delle tradizioni popolari.
«Come è nostra abitudine in occasione dell’approssimarsi del periodo natalizio – dichiara il sindaco Domenico Di Giorgio – questa amministrazione, in collaborazione con il mondo dell’associazionismo locale, ha posto in essere una serie di eventi in tutte le frazioni del territorio e che spaziano in vari campi, dalla solidarietà ai momenti ludico-culturali, dall’informazione al sociale, sino alla riscoperta delle tradizioni. Tutto ciò è possibile realizzarlo, nonostante i tempi critici, proprio grazie all’azione volontaria delle associazioni che operano sul territorio e al lavoro delle strutture che noi abbiamo istituzionalizzato come le consulte di frazioni e il Forum dei Giovani, che contribuiscono in maniera forte all’affermazione del principio sul quale abbiamo puntato, ossia la partecipazione popolare alla vita amministrativa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *