Monte San Giacomo, rapina ed aggressione di anziano: arriva la condanna

La corte di Cassazione ha respinto, oggi, presentato da un cinquantatreenne già noto alle forze dell'ordine del posto, condannato alla pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione per la rapina ai danni di un pensionato nel 2013.

MONTE SAN GIACOMO. La corte di Cassazione ha respinto, oggi, presentato da un cinquantatreenne già noto alle forze dell’ordine del posto, condannato alla pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione per la rapina ai danni di un pensionato nel 2013.

Rapina e aggressione di anziano a Monte San Giacomo: i dettagli

Il 16 ottobre del 2013, infatti, secondo quanto riporta La Città, il cinquantenne, insieme ad un altro uomo, ha aggredito un anziano mettendogli una mano sul viso per evitare che chiedesse aiuto, l’hanno afferrato per un braccio e trascinato in una strada isolata minacciandolo di morte.

I due malviventi riuscirono a portarsi a casa un bottino da 100 euro ma la situazione non fu meno da incubo per l’anziano.

La ricostruzione di quei terribili momenti emerge dalle motivazioni della sentenza con cui la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato da un cinquantatreenne pregiudicato del posto, condannato alla pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione proprio per la rapina ai danni del pensionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *