Molestie a ragazzina a Battipaglia, convalidato arresto del nigeriano

Il 39enne ha sostenuto di essere stato accerchiato ed essere stato lui stesso vittima di un’aggressione. Una versione non accettata dall’accusa

polizia

BATTIPAGLIA. Convalidato l’arresto del nigeriano accusato di tentata violenza sessuale nei confronti di una minorenne a Battipaglia, lunedì scorso. U.C., 39 anni, dovrà rispondere anche di lesioni per l’aggressione ai danni del cuginetto 12enne della ragazzina, intervenuto in sua difesa.

Convalidato l’arresto del nigeriano

L’interrogatorio effettuato dagli inquirenti ha fatto emergere, però, non poche contraddizioni, a cominciare dal fatto che l’uomo abbia poca dimestichezza con l’italiano, tanto da rendere necessaria la presenza di un interprete per tradurre alcune sue affermazioni.

Il 39enne, inoltre, ha sostenuto di essere stato accerchiato ed essere stato lui stesso vittima di un’aggressione. Una versione non accettata dall’accusa, che ribadisce la versione delle ore successive, secondo la quale la ragazza sarebbe stata palpeggiata nelle parti intime dall’uomo.

Il nigeriano, al momento in carcere a Fuorni, è ospite di una struttura d’accoglienza di Parco dei Principi di Monti di Eboli.

Le parole della ragazza

La minorenne che avrebbe subito palpeggiamenti da parte del migrante, ieri, ha ribadito la sua versione su Facebook: LEGGI QUI.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *