Miti, storia, tecnologie del sonno: il workshop ideato dalla Rinaldi Group

L'azienda salernitana Rinaldi Group continua a riscuotere successo, confermandosi giorno dopo giorno come azienda leader a livello nazionale, ma non solo

L’azienda salernitana Rinaldi Group continua a riscuotere successo, confermandosi giorno dopo giorno come azienda leader a livello nazionale, ma non solo.  Emblema di tale successo è dato dall’interesse per la cultura. La Rinaldi infatti ha organizzato un workshop intitolato:“Più di ogni cosa dormiamo. Miti, storia, scienza e tecnologia del sonno.”

Il convegno si si terrà sia all’Università degli studi di Salerno  che e al Parco Archeologico di Paestum. Le date da segnarsi sono il 18 e 19 ottobre 2018.

Il programma

Tema fondamentale è il sonno. Insostituibile processo fisiologico dell’uomo e inesauribile fonte di ispirazione culturale per l’umanità. Sarà infatti proprio il sonno il fil rouge dei due giorni di approfondimento scientifico che si terrà presso queste due sedi di grande prestigio.

La prima giornata si terrà presso la Sala Conferenze del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale (DISPAC) dell’Università degli Studi di Salerno. Ad introdurre il tema la dottoressa Stefania Rinaldi, uno dei pilastri dell’azienda, che insieme ai suoi due fratelli, Dino e Piero, hanno continuato quanto tanti anni fa, Giuseppe Rinaldi, il loro amato papà, aveva iniziato con amore e dedizione. Interverranno inoltre tra i tanti anche il professore Maurizio Bettini, il professore Gabriele Archetti, il professore Claudio Azzara, la dottoressa Francesca Stoppa, la professoressa Eliana Mugione, il professore Giuseppe Calabrese.

L’obiettivo è quello di condividere e diffondere la conoscenza sul sonno discutendone in termini di iconografia e rappresentazione, ambiente e cultura materiale, medicina e salute. L’elemento che più di ogni altro caratterizza quest’evento è l’aver messo intorno allo stesso tavolo studiosi di diverse discipline al fine di rappresentare, attingendo ad una sì ricca tavolozza di colori, una varietà e una profondità di sfumature su un argomento che sempre più appare trasversale alla vita di ciascuno di noi. Si discuterà, tra l’altro, dei dispositivi del sonno nell’antichità, così come delle più moderne tecnologie e dei nuovi materiali per il comfort del sonno, di medicina e disturbi del sonno, così come delle rappresentazioni del sonno e del sogno nella letteratura greca e romana.



Proprio per tale motivo il giorno successivo i lavori si sposteranno presso il Parco Archeologico di Paestum, l’antica Poseidonia fondata dai coloni greci tra il VII e il IV secolo avanti Cristo. Dove l’evento continuerà tra lo scenario spettacolari dei templi. Si parlerà dei disturbi del sonno, del sonno nell’era digitale ma anche nell’era del cristianesimo altomedievale.

Un evento da non perdere che coinvolgerà sicuramente moltissimi appassionati del settore, ma non solo. Il sono infatti ha fatto sì che diverse discipline si sedessero ad uno stesso tavolo al fine di rappresentare  una varietà e una profondità di sfumature di un argomento che appare sempre più  trasversale nella vita di ciascuno di noi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *