Ministero della salute: Coop richiama minestrone fresco di verdure per la possibile presenza di glutine non dichiarato

Il Ministero della salute oggi ha comunicato che COOP Italia s.c. ha ritirato dagli scaffali un lotto di minestrone fresco di verdure a proprio marchio per la possibile presenza di glutine non dichiarato in etichetta.

Il Ministero della salute oggi ha comunicato che COOP Italia s.c. ha ritirato dagli scaffali un lotto di minestrone fresco di verdure a proprio marchio per la possibile presenza di glutine non dichiarato in etichetta.

Il prodotto interessato è il lotto 150418 venduto in confezioni da 600 g con scadenza 15/04/2018. Secondo quanto comunicato da Coop, nel minestrone fresco richiamato potrebbero essere presenti “residui di pasta contenente glutine derivanti da una lavorazione precedente”.

L’alimento che è già stato ritirato dai punti vendita è prodotto dall’azienda Nuova Jolli srl con sede dello stabilimento a Modena, via Caduti del Lavoro n 55. Il richiamo interessa esclusivamente i supermercati Unicoop Firenze, Unicoop Tirreno, Alleanza 3.0 e Coop Centro Italia.

Il consumo del prodotto è del tutto sicuro per le persone non allergiche. L’avviso è stato pubblicato sul sito del Ministero della salute. Si raccomanda ai consumatori allergici alla soia, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, di non consumare il prodotto con il numero di lotto richiamato e di restituirlo al punto vendita d’acquisto, dove sarà rimborsato.

Il minestrone comunque è sicuro per i consumatori non allergici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *