Malasanità, invalido dopo intervento: a processo tre medici dell’ospedale Ruggi d’Aragona

SALERNO. Ancora un caso di malasanità. L’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona è nella bufera dopo che 3 medici, due neurochirurghi e un neurologo, dovranno rispondere dinnanzi ad un giudice dell’invalidità post operazione di un uomo di 74 anni che ha perso l’uso di tre dita della mano destra, dopo un intervento chirurgico. […]

SALERNO. Ancora un caso di malasanità. L’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona è nella bufera dopo che 3 medici, due neurochirurghi e un neurologo, dovranno rispondere dinnanzi ad un giudice dell’invalidità post operazione di un uomo di 74 anni che ha perso l’uso di tre dita della mano destra, dopo un intervento chirurgico.
I pm sostengono che da parte dei medici ci sia stata imprudenza e negligenza a scambiare la patologia da cui era affetto il paziente per una sofferenza momentanea. Durante l’operazione al 74enne era stata impiantata una doppia endoprotesi retta nell’aorta toracica. E secondo i magistrati questo tipo di intervento può comportare un problema al sistema nervoso. L’accusa sostiene, inoltre, che i sintomi del paziente erano sufficienti a far comprendere ai medici il danno che quell’operazione stava per essere causando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *