Torrione Alto, litigio tra due residenti transessuali: scatta l’arresto

Detenzione di sostanze stupefacenti e resistenza e aggressione a pubblico ufficiale: queste le accuse contestate a due cittadine brasiliane

SALERNO. Detenzione di sostanze stupefacenti e resistenza e aggressione a pubblico ufficiale. Sono queste le accuse contestate a due giovani brasiliani, 23 e 22 anni, arrestati nella notte tra venerdì e sabato dai carabinieri di Salerno. Lo riporta Salernonotizie.

La lite

Da via Moscani, a Torrione Alto, erano arrivate alcune segnalazioni ai militari di un litigio e di uno strano viavai da un appartamento in un palazzo. I carabinieri sono arrivati e hanno trovato due cittadine transessuali brasiliane, una di 23 e l’altra di 22 anni, in evidente stato di alterazione.

Grazie alla perquisizione della loro abitazione sono stati trovati alcuni grami di stupefacenti, tra cocaina e hashish. Poco dopo le due trans, incensurate, sono andate in escandescenza e hanno aggredito i militari, tanto che per tenerle a bada è dovuta intervenire una seconda pattuglia.

Durante le operazioni di arrestato e di trasferimento in caserma, i carabinieri sono stati aggrediti dalle trans e hanno riportato alcune lesioni. Mentre venivano fatte salire in auto le due arrestate, una di queste ha inoltre preso a calci la gazzella dell’Arma, sfondando una portiera.

Le due brasiliane sono state portate in carcere e poco dopo il tribunale di Salerno ha convalidato il loro arresto, sottoponendole all’obbligo di firma in attesa del processo che si terrà a breve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *