Il “LinOra Village” escluso dai fondi turismo

Il progetto è stato escluso dai finanziamenti Poc per gli eventi di rilevanza nazionale ed internazionale sul territorio della regione Campania

CAPACCIO PAESTUM. Escluso dai fondi turismo il “LinOra Village“.

Nessun finanziamento regionale per il LinOra Village a Capaccio Paesrtum. Il progetto è stato escluso dai finanziamenti Poc per gli eventi di rilevanza nazionale ed internazionale sul territorio della regione Campania.

Neppure un euro dunque dei 4,3 milioni è stato destinato all’iniziativa fortemente voluta dal sindaco Franco Palumbo.

I progetti finanziati

Per la prima linea d intervento “Eventi di rilevanza nazionale ed internazionale in forma singola” sono stati finanziati: il “Meeting del mare” di Camerota (70mila euro), il “Festival Luci alla Ribalta” di Padula (70mila euro), “Transiti tra terra e mare” a Sapri (70mila euro), “A li usi anticu” di Sala Consilina (25mila euro) e “Storia di tutte le storie” a Vallo della Lucania (70mila euro).

Finanziati inoltre con fondi pari a circa 25mila euro per ogni ente, i progetti presentati dai comuni di: Ravello, Laurino, Tramonti, Castiglione del Genovesi, Caselle in Pittari, Auletta, Sant’Arsenio, Controne, Postiglione, Stio, Palomonte, Trentinara, Montecorice, Perito, Eboli, Olevano sul Tusciano, Eboli, Petina, Castelnuovo Cilento, Bellizzi e Scala. Esclusi invece: Battipaglia, Castelnuovo di Conza e Angri.



Progetti ritenuti ammissibili

Tra le proposte ritenute ammissibili: “Natale delle meraviglie” di Agropoli, “Un libro sotto le stelle” di Albanella, “La città di Parmenide” di Ascea, “Alan Lomax” di Caggiano, “Botteghe d’autore” a Castelcivita, “Il luogo dell’incanto” a Castellabate, “E vivi Bulgheria” a Celle di Bulgheria, “Festa del caciocaballo” a Corleto Monforte, “Festival del folklore” di Polla, “Meeting dei Cervati” a Sanza, “Alburni Jazz”a Serre, “Festival dell’Aspide” a Roccadaspide, “Cilento experience” a Santa Marina.

Gli esclusi

Tra gli esclusi oltre a Capaccio Paestum “Feriae Volceianae” di Buccino, “Festival degli antichi suoni” di Novi Velia e “A zita” di Casaletto Spartano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *