Invalidità civile: Il Comune di Capaccio chiede nuove sedi Inps

CAPACCIO PAESTUM. La giunta comunale di Capaccio Paestum, retta dal sindaco Italo Voza, ha chiesto con urgenza al presidente della regione, Stefano Caldoro, di attivare tre sedi operative di Commissioni medico-sanitarie, relative al riconoscimento di invalidità civile – cecità, sordomutismo, disabilità e handicap -, a Capaccio Paestum, nel Cilento e nel Vallo di Diano. Si tratta, […]

CAPACCIO PAESTUM. La giunta comunale di Capaccio Paestum, retta dal sindaco Italo Voza, ha chiesto con urgenza al presidente della regione, Stefano Caldoro, di attivare tre sedi operative di Commissioni medico-sanitarie, relative al riconoscimento di invalidità civile – cecità, sordomutismo, disabilità e handicap -, a Capaccio Paestum, nel Cilento e nel Vallo di Diano. Si tratta, dunque, di una modifica, relativamente alla provincia di Salerno, del sistema di accertamento medico-sanitario per il riconoscimento delle invalidità civili attivato dall’Inps. Si presenta necessario creare altri punti di riferimento sul territorio per limitare i disagi dei cittadini disabili della zona sud di Salerno. Infatti, a seguito della riduzione delle Commissioni mediche in Campania, le uniche due sedi operanti sono quelle di Nocera e di Salerno. L’appello è stato rivolto anche al Commissario Inps, Vittorio Conti, e al prefetto di Salerno, Gerarda Maria Pantalone, al fine di rendere più omogenea l’erogazione del servizio sanitario sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *