Incendio Nappi, Legambiente: «È ora di dire basta»

Anche Legambiente dice la sua sull'incendio alla Nappi Sud accaduto questa notte, nella zona industriale della città di Battipaglia

BATTIPAGLIA. Anche Legambiente dice la sua sull’incendio alla Nappi Sud accaduto questa notte, nella zona industriale della città di Battipaglia.

Ecco la nota stampa.

La nota stampa

Un anno dopo, Battipaglia brucia ancora. Dodici mesi dopo il tragico incendio di Sele Ambiente, questa volta tocca a Nappi. Un nuovo incendio in un sito privato dove sono stoccate tonnellate e tonnellate di rifiuti di qualsiasi specie, su quella zona industriale di Battipaglia sulla quale già insistono numerose aziende che trattano rifiuti. Un numero destinato anche ad aumentare, dal momento che la Regione sta provvedendo a nuove autorizzazioni.

Presto la verità

Non è più possibile sopportare tutto questo. Non ci bastano né le rassicurazioni dell’Arpac, né tantomeno i proclami di qualcun altro; speriamo che chi di dovere giunga presto alla verità sull’origine di questo nuovo incendio, ma in questo momento ci interessa che si mettano in campo azioni concrete che riducano il carico di rifiuti presenti in zona industriale, che costringano alla chiusura chi stocca anche un solo grammo in eccesso, che multi chi non si dota di sistemi di sicurezza adeguati.

Battipaglia si sta trasformando in un villaggio messicano: negozi che chiudono e strade deserte, mentre intanto il business dei rifiuti procede incessante, gravando oltremodo sulla cittadinanza.

È ora di dire basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *