Incendio in casa: muore 56enne di Camerota. Aperta un’inchiesta

La donna era ricoverata al "Cardarelli" di Napoli dopo l'incidente domestico di mercoledì scorso. La Procura di Vallo della Lucania ha aperto un’inchiesta

CAMEROTA. È morta al “Cardarelli” di Napoli la 56enne Rosa Cusati, la donna che era rimasta gravemente ferita, insieme ad altre tre persone, mercoledì pomeriggio a seguito dell’incendio della propria abitazione nel centro storico di Camerota. Le sue condizioni erano apparse subito gravi, tanto da indurre i medici a ricoverarla presso il centro grandi ustioni dell’ospedale partenopeo.

Al “Cardarelli” si trova anche un’altra donna coinvolta nell’incidente domestico. Restano invece ricoverati al “San Luca” di Vallo della Lucania gli altri due feriti.

Aperta un’inchiesta

La Procura di Vallo della Lucania ha aperto un’inchiesta per accertare con esattezza la dinamica della tragedia. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Carelli, l’incendio sarebbe stato causato da un cortocircuito.

Una sfiammata da un interruttore della cucina e il fuoco si è propagato velocemente ad un divano e poi al resto della stanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *