Grande Progetto Sarno: il si della Conferenza dei Servizi

SARNO. La Conferenza dei Servizi questa mattina ha espresso parere positivo sul Grande progetto Sarno e, in particolare, sui lavori del primo lotto. Lavori che valgono 60 milioni di euro e che riguardano la realizzazione di uno “scolmatore delle piene”, ossia un’opera in grado di evitare alluvioni nei territori a valle di Scafati, e opere […]

SARNO. La Conferenza dei Servizi questa mattina ha espresso parere positivo sul Grande progetto Sarno e, in particolare, sui lavori del primo lotto. Lavori che valgono 60 milioni di euro e che riguardano la realizzazione di uno “scolmatore delle piene”, ossia un’opera in grado di evitare alluvioni nei territori a valle di Scafati, e opere di riqualificazione di tutto il tratto litoraneo del comune di Torre Annunziata con attrezzature sportive a servizio dei cittadini.
A dare la notizia è stato l’assessore regionale Edoardo Cosenza, delegato del presidente Caldoro al coordinamento dei Grandi Progetti regionali.
«Ha prevalso il senso di responsabilità delle istituzioni presenti – è stato il commento di Cosenza – Andiamo avanti per garantire la sicurezza dei cittadini del bacino del Sarno che, purtroppo, sono interessati da pesanti e frequenti esondazioni del fiume. Con l’ok da parte della Conferenza dei servizi, l’Arcadis che è soggetto beneficiario dell’intervento complessivo, potrà far partire le procedure necessarie all’approvazione del progetto definitivo del primo lotto nonché dei conseguenti atti di gara. Sul Grande progetto Sarno – ha proseguito Cosenza – sono in costante contatto con il presidente Caldoro e con la Struttura di missione “Contro il Dissesto idrogeologico – Italia sicura” di palazzo Chigi che ritiene la messa in sicurezza del Fiume Sarno fra le opere nazionali prioritarie. Il direttore Mauro Grassi ed il coordinatore Erasmo D’Angelis hanno espresso apprezzamento per il lavoro svolto e la prossima settimana terremo sul tema una riunione a Palazzo Chigi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *