Giustizia per Mario Vece, arrestati i 5 attentatori di Firenze

Nell'attentato Vece ha, dunque, perso l'occhio destro e ha subito l'amputazione della mano sinistra rischiando di doversi pagare le spese mediche da solo.

Dopo sette mesi di indagini e pedinamenti, cinque anarchici sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio perché considerati gli autori dell’attentato verificatosi a Capodanno a Firenze, in cui rimase gravemente ferito il salernitano Mario Vece.

Di 39 anni, l’artificiere, originario di Acerno, venne investito dall’esplosione di una bomba artigianale lasciata davanti alla libreria “Il Bargello” vicina a Casapound.

L’agente aveva provato a disinnescarla ma l’ordigno aveva un timer.

Nell’attentato Vece ha, dunque, perso l’occhio destro e ha subito l’amputazione della mano sinistra rischiando di doversi pagare le spese mediche da solo.

L’artificiere ha ricevuto, poi, anche la medaglia al valore da parte di Mattarella per il coraggio dimostrato.

Tra gli arrestati vi sarebbe anche colui che ha materialmente costruito la bomba: sarebbe stato identificato grazie al Dna lasciato sull’ordigno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *