Foto ai templi di Paestum: previsto un canone da pagare per i matrimoni

Per fare un servizio fotografico all’interno del parco archeologico di Paestum non basta più che sposi e fotografi paghino il biglietto

CAPACCIO PAESTUM. Per fare un servizio fotografico all’interno del parco archeologico di Paestum non basta più che sposi e fotografi paghino il biglietto. Il regolamento del sito prevede anche il pagamento di un canone come avviene per tutte le foto realizzate a scopo commerciale e con apparecchiature professionali, previa autorizzazione da chiedere alla direzione.

Un canone che nel caso di foto matrimoniali è pari a 200 euro.

Da alcuni anni il parco archeologico di Paestum è autonomo sia dal punto di vista finanziario che dal punto di vista amministrativo.

Ha quindi bisogno di reperire le risorse necessarie per la manutenzione e per i servizi di accoglienza dei visitatori. Ma non tutti sono d’accordo sul pagamento di un canone per le foto degli sposi.

Per Maurizio Paolillo, gestore del Calypso Dune Beach, non va sottovalutato «il ritorno d’immagine per il parco archeologico di fotografie e soprattutto riprese». In alcuni casi, infatti, le foto fanno il giro del mondo offrendo pubblicità al parco archeologico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *