Fgs Salerno, Vittorio Cicalese: “Nessuno tocchi il vestuti”

SALERNO. Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del segretario cittadino Fgs di Salerno, Vittorio Cicalese, circa la proposta di adibire a parcheggio pubblico lo stadio Vestuti: “Si è parlato, in questi giorni, di una proposta a dir poco ridicola che riguarda la possibilità di adibire a parcheggio pubblico l’unica struttura sportiva polivalente del centro […]

SALERNO. Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del segretario cittadino Fgs di Salerno, Vittorio Cicalese, circa la proposta di adibire a parcheggio pubblico lo stadio Vestuti: “Si è parlato, in questi giorni, di una proposta a dir poco ridicola che riguarda la possibilità di adibire a parcheggio pubblico l’unica struttura sportiva polivalente del centro cittadino di Salerno, lo stadio comunale ‘Donato Vestuti’. Probabilmente chi ha proposto una tale baggianata non ha mai notato che la stragrande maggioranza delle società sportive – in particolare le società degli ‘altri sport’ – usufruisce regolarmente della struttura per allenamenti e partite, o peggio ancora non ritiene che lo sport a Salerno sia una priorità.
I cittadini salernitani – ed in particolare i residenti nel pieno centro, ove il caos è evidente – sono sicuramente limitati nell’utilizzo delle proprie autovetture durante i week-end delle ‘Luci D’Artista’ ed in particolare durante il periodo natalizio che sta per iniziare ufficialmente (anche se, da giovane salernitano, preferisco mille volte il caos che produce economia all’immobilismo puro), ma ciò non toglie che lo stadio ‘Vestuti’ debba essere tutelato in favore delle società che regolarmente pagano il fitto del campo per le sedute di allenamento e per le partite.
Si proponga, piuttosto, di sensibilizzare ulteriormente i turisti delle ‘Luci D’Artista’ all’utilizzo dei parcheggi situati dinanzi allo stadio ‘Arechi’ o, in ultima ipotesi, a via Ligea tramite il costante monitoraggio da parte della Polizia Municipale.
Lo sport è un diritto, soprattutto per le giovani generazioni che hanno bisogno di praticarlo regolarmente. Le soluzioni ci sono, e possono essere attuate: che si segua una linea ben definita per il bene della popolazione, e non per acquisire finti consensi con proposte becere e prive di alcun senso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *