Eboli, siglato il “Patto per la Lettura”: le parole del sindaco

Siglato il “Patto per la Lettura della Città di Eboli”: Amministrazione comunale, scuole, editori e librerie insieme per promuovere la lettura

EBOLI. Si è svolta questa mattina, presso l’aula consiliare di Palazzo di Città, la cerimonia di stipula del “Patto per la Lettura della Città di Eboli”.

Siglato il “Patto per la Lettura”

Le scuole, gli editori e le librerie della città hanno risposto “presente” all’invito dell’amministrazione comunale a siglare un impegno congiunto nel promuovere e sostenere la lettura, quale strumento di crescita e di sviluppo sociale.

Il “Patto per la Lettura della Città di Eboli” si inserisce nel solco di altre iniziative del genere, realizzate da altre città italiane che, come Eboli, hanno ricevuto la qualifica di “Città che legge”, essendo state inserite dall’Anci e dal Centro per il Libro e la Lettura nell’elenco delle città più attivamente favoriscono la promozione della lettura e l’incontro della propria comunità con i libri. La stipula del “Patto”, infatti, rappresenta l’epilogo del percorso di avvio di Eboli Legge, il progetto di promozione della lettura sul territorio comunale, ideato e coordinato dalla giornalista Maria Vita Della Monica e realizzato dall’assessorato all’Istruzione.

Una progettualità, questa, che è solo l’ultima in ordine di tempo, messa in campo in questo ambito dall’amministrazione comunale, da sempre convinta che leggere costituisca un momento essenziale per la costruzione di una nuova idea di cittadinanza. Dallo scorso febbraio, autori, libri e lettori si sono “incontrati” nel luoghi della lettura per antonomasia, come la biblioteca comunale e le scuole, ma anche in contesti cittadini non abitualmente vocati ad essa: dal supermercato alla palestra, dal ristorante al bar, dalla pizzeria al “giardino narrante”, dall’erboristeria al centro commerciale.

Nel mese di maggio, poi, Eboli Legge ha sposato l’iniziativa promossa dal Centro per il Libro e la Lettura, “Il Maggio dei Libri”, proponendo un denso cartellone di appuntamenti. Cinque mesi in cui il libro è stato protagonista assoluto con più di venti iniziative tra presentazioni, reading e letture animate che hanno coinvolto lettori di ogni età, in un itinerario di lettura, vario per generi, che ha portato ad Eboli autori proiettati al panorama letterario nazionale.

Un progetto, Eboli Legge, che è stato di ispirazione per altre città, vicine e lontane, che ne hanno adottato il format, calandolo nella propria realtà territoriale. Alla cerimonia di questa mattina erano presenti i dirigenti degli istituti scolastici, gli editori e i titolari delle librerie della città, oltre all’assessore all’istruzione Angela Lamonica e al sindaco di Eboli, Massimo Cariello, primo firmatario del “Patto”. «Non un accordo formale ma un impegno sostanziale a costruire e mantenere, nel tempo, una rete territoriale che veda insieme tutti i rappresentanti della “filiera del libro”.

Questo è il senso del Patto per la Lettura»- ha dichiarato l’assessore all’istruzione, Angela Lamonica- «La pratica della lettura deve diventare sempre più un’abitudine sociale diffusa e questo è possibile solo con un lavoro sinergico della comunità per la comunità stessa».

«L’obiettivo del “Patto per la Lettura” è quello di favorire un’azione coordinata e sistematica di moltiplicazione delle occasioni di contatto e di conoscenza fra i lettori e chi scrive, pubblica, vende, presta, legge libri – ha spiegato il sindaco di Eboli, Massimo Cariello -. Esso costituisce uno strumento di governance fondamentale, che ci consentirà di dare continuità e vigore alle iniziative di promozione della lettura già collaudate, sviluppandone sempre di nuove e innovative con il contributo di tutti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *