Eboli, sequestrate due lavanderie per sversamento illegale di rifiuti

EBOLI. I Carabinieri del Nucleo Operativo di Salerno hanno sequestrato ad Eboli quattro lavatrici ad acqua in due lavanderie del posto. Indagati i legali rappresentanti delle due società di gestione delle attività per avere immesso nella fognatura comunale, senza alcuna depurazione e autorizzazione, le acque di scarico delle lavatrici. Gli accertamenti svolti dai carabinieri hanno […]

EBOLI. I Carabinieri del Nucleo Operativo di Salerno hanno sequestrato ad Eboli quattro lavatrici ad acqua in due lavanderie del posto. Indagati i legali rappresentanti delle due società di gestione delle attività per avere immesso nella fognatura comunale, senza alcuna depurazione e autorizzazione, le acque di scarico delle lavatrici. Gli accertamenti svolti dai carabinieri hanno constatato che i valori dei solidi sospesi in acqua superavano i limiti stabiliti dalla legge. Inoltre gli stessi detersivi usati nelle lavatrici riportavano espressamente sull’etichetta il divieto di sversare il prodotto nelle fognature. L’attività di polizia giudiziaria è stata eseguita dai carabinieri in esecuzione di due distinti decreti dei gip del Tribunale di Salerno, Dolores Zarone e Stefano Berni Canani, ed è stata coordinata dai sostituti procuratore Carlo Rinaldi e Maria Carmela Polito, della sezione reati ambientali della Procura di Salerno, guidata dal procuratore capo Corrado Lembo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *