Eboli, rissa nel centro d’accoglienza: intervengono i carabinieri

La lite è però degenerata, i mediatori culturali preoccupati dalla piega che stava prendendo la violenza tra nigeriani hanno chiesto l'intervento dei militari

EBOLI. Oggi pomeriggio i carabinieri sono intervenuti nella periferia di Eboli per calmare gli animi tra alcuni stranieri. La rissa nel centro profughi è esplosa per un motivo banale: un pacchetto di sigarette.

La lite è però degenerata. Come riporta il Mattino, i mediatori culturali preoccupati dalla piega che stava prendendo la violenza tra nigeriani hanno chiesto l’intervento dei militari.

In zona sono giunti i carabinieri di Eboli. All’arrivo degli uomini in divisa, gli africani hanno capito i rischi a cui andavano incontro. Gli animi, in pochi secondi, si sono placati. I propositi di violenza e le minacce di vendetta sono venuti meno.

I responsabili della lite rischiano ora di essere segnalati in prefettura e di perdere il diritto all’asilo politico.

Pochi giorni fa, durante un momento di preghiera, in un altro centro di accoglienza era esplosa una lite tra stranieri. Un africano ferito era stato ricoverato in ospedale a causa di diverse ferite alla testa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *