Eboli, carni ingiallite ed in putrefazione: il sequestro dei Nas

Con l'avvicinarsi delle feste pasquali si intensificano i controlli dei carabinieri del NAS di Salerno, il Nucleo Antisofisticazione e Sanità e, nella giornata di ieri mirati controlli hanno riguardato il settore dolciario ed ittico di varie città nel Salernitano

EBOLI. Con l’avvicinarsi delle feste pasquali si intensificano i controlli dei carabinieri del NAS di Salerno, il Nucleo Antisofisticazione e Sanità e, nella giornata di ieri mirati controlli hanno riguardato il settore dolciario ed ittico di varie città nel Salernitano.

Carni ingiallite ed in putrefazione: i dettagli

Ad Eboli, a seguito di una verifica svolta dai carabinieri insieme a personale dell’ASL presso un centro di allevamento ittico, è stata sequestrata una tonnellata di pesce, in parte non tracciato ed in parte tenuto in pessime condizioni igienico sanitarie.

L’intervento

Secondo quanto accertato dal Nas e dal personale ASL, alcuni prodotti ittici venivano sottoposti a getto continuo di acqua, al fine di ottenere uno sbiancamento delle carni ormai ingiallite e di rimuovere il forte odore di putrefazione ed ammoniaca.

Disposta la chiusura ad horas dell’intera attività che si svolge su un’area di circa 450 metri quadri.

Gli altri interventi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *