Eboli, attivo lo sportello Amianto. Soddisfatto l’ex assessore Massarelli

EBOLI. Nasce ad Eboli lo sportello Amianto, attivo presso il Servizio Ambiente del comune, che svolgerà diverse attività finalizzate a risolvere il problema della diffusione di manufatti contenenti amianto mediante azioni rivolte sia alla semplificazione burocratica ed all’assistenza procedurale, sia a fornire sostegno economico ai cittadini in taluni specifici casi, ed infine anche a fornire […]

EBOLI. Nasce ad Eboli lo sportello Amianto, attivo presso il Servizio Ambiente del comune, che svolgerà diverse attività finalizzate a risolvere il problema della diffusione di manufatti contenenti amianto mediante azioni rivolte sia alla semplificazione burocratica ed all’assistenza procedurale, sia a fornire sostegno economico ai cittadini in taluni specifici casi, ed infine anche a fornire assistenza ed informazioni a coloro che intendono segnalare la possibile presenza di amianto su qualsiasi tipologia di immobile, in modo che siano attivati i controlli previsti in tal caso dalla normativa vigente.
Lo sportello avrà dunque il compito di informare i cittadini e a coordinare i necessari sopralluoghi ed il monitoraggio – di concerto con l’Asl – dei siti dove vi sia una presunta o accertata presenza di manufatti contenenti amianto.
Soddisfatto l’ex assessore all’Ambiente, Ilario Massarelli, che ha dichiarato: «Dopo un lungo iter procedurale che ha visto anche una importante fase di concertazione con gli altri enti coinvolti, l’attivazione dello sportello e la conseguente messa in campo di tutte le azioni utili a monitorare la presenza di manufatti contenenti amianto sul nostro territorio è un traguardo che riempie di soddisfazione. Ora sarà possibile, per i cittadini ebolitani, essere seguiti passo passo nella non semplice procedura di rimozione dell’amianto, ed avvalersi di ditte che hanno dato la disponibilità a praticare prezzi calmierati. In alcuni casi, inoltre, il Comune potrà contribuire ad abbattere le spese con un proprio contributo, sia a copertura dei costi della pratica che a parziale copertura – laddove ricorrano le condizioni di reddito – dei costi dell’intervento di smaltimento.
E’ una azione estremamente positiva, in cui abbiamo creduto e che riteniamo si traduca in un servizio innovativo ed utile per la collettività. Ad esso si accompagnerà una campagna di comunicazione, anche e soprattutto nelle scuole, volta a sensibilizzare sull’argomento e ad informare sulle opportunità offerte dallo sportello. Un ringraziamento particolare – conclude Ilario Massarelli – va al comitato “Togliamoci l’amianto dalla testa” per l’importante collaborazione in termini di idee che ha fornito nell’ambito dell’elaborazione del progetto, ma anche e soprattutto a chi ha messo a disposizione di questa idea la propria professionalità, e mi riferisco ai funzionari del settore Ambiente, in particolare all’ingegnere Barella che lo dirige con competenza ed efficacia; un ringraziamento particolare credo vada rivolto anche a Vito Graribaldi, tirocinante presso l’Ufficio Ambiente che ha profuso passione ed energia per il raggiungimento di questo obiettivo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *