E’ Brasil-Salernitana: questo successo vale doppio

Due volte in svantaggio, due volte recuperato, poi la rimonta finale. All’ “Arechi” la Salernitana centra la sesta vittoria consecutiva (la terza tra le mure amiche) grazie ai gol dei brasiliani ex Crotone Calil (doppietta) e Gabionetta, e approfittando del pari di ieri del Benevento e della sconfitta del Lecce (venerdì), prova a prendere il […]

Due volte in svantaggio, due volte recuperato, poi la rimonta finale. All’ “Arechi” la Salernitana centra la sesta vittoria consecutiva (la terza tra le mure amiche) grazie ai gol dei brasiliani ex Crotone Calil (doppietta) e Gabionetta, e approfittando del pari di ieri del Benevento e della sconfitta del Lecce (venerdì), prova a prendere il largo mettendo tra sé e i sanniti quattro lunghezze, cinque sulla Juve Stabia e sei sui pugliesi. Per le vespe la prima sconfitta in un derby campano. Senza Negro infortunato, Menichini sceglie di non rischiare Trevisan (solo panchina) e si affida al 3-5-2 con il rientrante Tuia a comporre il terzetto con Lanzaro e Bianchi dinanzi a Gori. In avanti conferma per la coppia Nalini-Calil. Buona risposta di pubblico sugli spalti, alla fine sono 10025 di cui 600 provenienti da Castellammare. Dopo un avvio di studio, al quarto d’ora Lepiller ci prova su punizione con Gori che blocca facile. Al 18′ p.t. rasoterra di Bovo con Pisseri che risponde presente. Primo tempo favorevole agli ospiti che passano al 23′ p.t.: da calcio d’angolo, Lanzaro esce male di testa, triangolazione sulla destra e cross in mezzo con Migliorini che, al centro dell’area e a porta semi vuota, butta dentro. Buon fraseggio di palla delle vespe: al 35′ p.t. Lepiller va via sulla sinistra e crossa per Di Carmine, che da pochi passi non impatta alla perfezione di testa favorendo Gori. Al 41′ p.t. conclusione di sinistro di Favasuli ma l’estremo difensore ospite si oppone mandando in angolo. Primo tempo che si chiude con la Juve Stabia che conduce meritatamente sull’ 0-1. Tutt’altra Salernitana nella ripresa che trova subito il pari: Colombo dalla destra mette in mezzo, Calil di testa centra la traversa ma sulla ribattuta il più lesto è ancora il brasiliano mettendo la zampata vincente. Gioia che dura poco, infatti, all’ 8′ s.t. la Juve Stabia trova il secondo vantaggio: corner messo fuori male dalla retroguardia granata, Nicastro ne approfitta e trova l’angolino basso alla destra con Gori che non può nulla. Al 12′ s.t. episodio dubbio in area stabiese con Nalini che invoca un calcio di rigore, cosa che avverrà tre minuti dopo per atterramento dello stesso ex Vecomp Verona con Pisseri ammonito nella circostanza. Sul dischetto si presenta Calil, pallone da una parte e portiere dall’altra. Decimo gol stagionale per l’ex Crotone. Menichini fa entrare Gabionetta per Bovo passando di fatto al 3-4-3. Ci provano prima Bombagi su sponda ospite (22′) con Gori che alza il muro, poi Favasuli su sponda granata (25′), il cui destro a volo termina sul fondo. Gaindonato rileva Nalini e, proprio da un corner battuto da quest’ultimo che Gabionetta anticipa tutti e di petto completa la rimonta finale sotto la Sud. Assalto della Juve Stabia in cerca del pari, dopo quattro di recupero l’arbitro decide che può finire così: Salernitana che vince mostrando cuore, grinta e carattere.

 

Salernitana (3-5-2): Gori, Tuia, Bianchi, Lanzaro, Colombo, Bovo (19′ s.t. Gabionetta), Pestrin, Favasuli, Franco, Calil, Nalini (28′ s.t. Giandonato)   All: Menichini

Juve Stabia (4-3-3): Pisseri, Romeo, Polak, Migliorini, Contessa, Nicastro (22′ s.t. Vella), Jiday (34′ s.t. Caserta), La Camera, Lepiller (1′ s.t. Gomez), Bombagi, Di Carmine    All: Pancaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *