Due arresti a Bellizzi

BELLIZZI. Sono durate tutta la notte le operazioni di perquisizione a carico di due pregiudicati residenti a Bellizzi, volti noti ai Carabinieri del Maresciallo Macrì e, per questo mantenuti sotto stretto controllo. Cosi non è sfuggita ai militari dell’Arma la loro repentina partenza a bordo dell’auto di uno dei due verso l’imbocco dell’autostrada. Allertati tutti […]

BELLIZZI. Sono durate tutta la notte le operazioni di perquisizione a carico di due pregiudicati residenti a Bellizzi, volti noti ai Carabinieri del Maresciallo Macrì e, per questo mantenuti sotto stretto controllo. Cosi non è sfuggita ai militari dell’Arma la loro repentina partenza a bordo dell’auto di uno dei due verso l’imbocco dell’autostrada. Allertati tutti i Comandi Arma presenti lungo la Salerno / Reggio Calabria, i due sono stati intercettati all’altezza dello svincolo di Castrovillari dai Carabinieri della locale Compagnia. La perquisizione dei due ha fatto saltar fuori ben 800 euro falsi in banconote da venti euro. Contemporaneamente è scattata una perquisizione presso l’abitazione dei due fermati a Bellizzi all’esito della quale è saltata fuori una pistola a tamburo calibro 38 con matricola abrasa e quindici cartucce calibro 7,65. I due, M.C. 38enne e C.D. cittadino rumeno 28enne, sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di Castrovillari. Sono in corso accertamenti per stabilire la provenienza e la destinazione delle banconote false ed anche dell’arma che sarà inviata nei prossimi giorni al laboratorio di balistica del RIS di Roma per accertarne l’eventuale uso in episodi delittuosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *