Domani presentazione dell’ultimo libro di Vittorio Di Ruocco

PONTECAGNANO. “L’Albero dei Miracoli” è il titolo dell’ultima fatica letteraria di Vittorio Di Ruocco. Poeta e scrittore, Di Ruocco si propone con un romanzo dove “i grandi valori, opposti al fallimento della politica italiana, che dopo oltre 150 anni di unità nazionale non ha ancora affrontato in maniera strutturale la questione meridionale, fanno da sfondo […]

PONTECAGNANO. “L’Albero dei Miracoli” è il titolo dell’ultima fatica letteraria di Vittorio Di Ruocco. Poeta e scrittore, Di Ruocco si propone con un romanzo dove “i grandi valori, opposti al fallimento della politica italiana, che dopo oltre 150 anni di unità nazionale non ha ancora affrontato in maniera strutturale la questione meridionale, fanno da sfondo ad una storia dei giorni nostri”, spiega l’autore. Questa la trama del libro: Chiara è giovane, laureata e di belle speranze, ed è cosciente di avere poche opportunità di trovare un’occupazione nella sua città natale, Salerno. Per questo motivo si trasferisce nel Nord Italia, in Piemonte, e qui ritrova Marco, con cui inizia una nuova vita.
Il libro, edito da Homo Scrivens- Napoli , sarà presentato domani, alle ore 16,00, al Comune di Salerno nel Salone del Gonfalone. Vittorio Di Ruocco, che si è aggiudicato diversi premi per la poesia e la narrativa, ha già pubblicato tre volumi di liriche dal titolo: “Le mie mani sul cielo” – Ed. Il calamaio 1996; “I colori del cuore” – ed. Pandemos 2003 e“Il nulla e l’infinito” – ed. Graus Napoli 2007.
L’autore de “L’Albero dei Miracoli” lavora presso l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania (ARPAC) con l’incarico di Direttore del Servizio Territoriale Provinciale di Salerno.

Curriculum vitae (letterario) di Vittorio Di Ruocco:

E’ nato a Pontecagnano Faiano, dove attualmente risiede, nell’anno 1965. Ha conseguito la Laurea in Chimica alla Facoltà Scienze MM.FF.NN. Federico II di Napoli nel marzo 1989. Lavora presso l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania (ARPAC) con l’incarico di Direttore del Servizio Territoriale Provinciale di Salerno.
Vittorio Di Ruocco poeta e scrittore.
Ha pubblicato 3 volumi di liriche:
“Le mie mani sul cielo – Ed. Il calamaio 1996)”;
“I colori del cuore – ed. Pandemos 2003”;
“Il nulla e l’infinito – ed. Graus Napoli 2007)
Ha vinto numerosi primi premi per la poesia e la narrativa:

• I Premio per la poesia edita al Concorso Letterario Internazionale “Città di Sarno – Cultura” – Accademia dei Sarrastri – Città di Sarno 2003;
• I Premio per la poesia inedita al VII Concorso Internazionale Artistico – Letterario “Antonio De Curtis – Totò” (Roma 2004 – Biblioteca della Camera dei Deputati);
• I Premio per la poesia inedita al Concorso Letterario Nazionale “Arte, Ambiente, Natura – L’areopago Letterario” – Città di Fisciano 2005;
• I Premio per la poesia inedita al Concorso Letterario Internazionale “Arte e Cultura” – Accademia “Greci-Marino” – Accademia del Verbano – Città di Castel S. Giorgio 2006;
• I Premio per la narrativa inedita al IX Concorso Internazionale Artistico – Letterario “Antonio De Curtis – Totò” (Roma 2006 – Biblioteca della Camera dei Deputati).
• I premio per la narrativa inedita al X Concorso Letterario Internazionale “Città di Sarno – Cultura” – Accademia dei Sarrastri – Città di Sarno 2006.
• I Premio per la poesia silloge inedita al X Concorso Internazionale Artistico – Letterario “Antonio De Curtis – Totò” (Roma 2007 – Biblioteca della Camera dei Deputati);
• I Premio per la poesia inedita al Concorso Letterario Internazionale “Arte e Cultura” – Accademia “Greci-Marino” – Accademia del Verbano – Città di Castel S. Giorgio 2009;
• I Premio per la poesia inedita alla III Edizione del Premio Internazionale – Città di Bellizzi – 2010;
• I Premio per la poesia inedita al Concorso Letterario Nazionale “Arte, Ambiente, Natura – L’areopago Letterario” – Città di Fisciano – Maggio 2011;
• I Premio per la poesia inedita al Concorso Letterario Nazionale “Arte, Ambiente, Natura – L’areopago Letterario” – Città di Fisciano – Maggio 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *