Indennità illegittime al Ruggi: stipendi ridotti a diversi dipendenti

Quattro dipendenti del Ruggi si sono visti sospendere alcune indennità. Un sindacalista denuncia alla guardia di finanza ed alla Corte dei conti i privilegi

SALERNO. Quattro dipendenti del Ruggi si sono visti sospendere alcune indennità. Il fatto accade perchè un sindacalista denuncia alla guardia di finanza ed alla Corte dei conti i privilegi delle posizioni organizzative, il pagamento improprio delle indennità a 6 o 7 persone.

I dipendenti continuavano a percepire i privilegi nonostante fossero stati trasferiti in un altro reparto o ufficio.

Le indagini

La guardia di finanza ha ispezionato gli uffici di via San Leonardo per acquisire tutti gli atti.

Di norma, le indennità sono legate alle maggiori responsabilità di una carica ricoperta in un determinato ufficio o area e non alla persona fisica. Dunque, una volta che il dipendente viene spostato altrove, il privilegio dovrebbe decadere.

Si parla di somme che in alcuni casi raggiungono i 9mila euro.

I fatti contestati risalirebbero al periodo in cui alla direzione generale vi era Attilio Bianchi, che individuò 68 posizioni organizzative, arrivando ad un importo di 281mila euro.

Da allora, però, alcuni dipendenti hanno perso la carica di vertice organizzativa, ma hanno continuato a percepire indebitamente l’indennità.

Fonte Il Mattino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *