Crown Princess niente scalo a Salerno: perse centinaia di migliaia di euro

Salerno perde diverse centinaia di migliaia di euro: saltano i tour organizzati con i pullman e i traghetti, le prenotazioni ai ristoranti

SALERNO. Il comandante della Crown Princess, transatlantico da 3.080 passeggeri e 1.200 membri di equipaggio in flotta Princes Cruises, chiede di attraccare al porto di Salerno per il nono ed ultimo approdo dell’anno. La programmazione, stabilita a fine 2017, prevede l’arrivo alle ore 7 di domenica 14 ottobre con ripartenza alle ore 19.

Dal porto arriva il via libera ma è indicato un molo alternativo sia al Manfredi-Stazione Marittima (impraticabile per il pescaggio della nave di 8.5 metri) che al III Gennaio, in quelle ore impegnato in una lunga movimentazione merci con altre due navi.



Allora la Crown Princess lunga 290 metri, che nei precedenti otto attracchi del 2018 aveva non di rado inviato feedback negativi circa la logistica dell’attracco (già un’altra volta era finita al Trapezio tra i traghetti Ro-Ro e porta containers con gli ospiti scesi in banchina tra i camion delle Autostrade del Mare e i rimorchi con i contenitori in ferro, vedi foto sopra) vira di 180 gradi la prua e si dirige nel più comodo porto di Napoli.

Salerno, in una sola giornata, perde diverse centinaia di migliaia di euro: saltano i tour organizzati con i pullman, quelli con i traghetti del metrò, le prenotazioni ai ristoranti (ogni visitatore spende in media 60 euro), le visite in città e con essi tutto il lavoro organizzativo, impeccabile, dell’agente Della Corte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *