Bambina abusata a Salerno riconosce l’orco 40 anni dopo

SALERNO. Abusata da bambina riconosce l’orco 40 anni dopo in tribunale. Secondo quanto riporta Il Mattino è accaduto a Salerno quando la donna è stata chiamata dalla Procura come possibile testimone.

I fatti sono accaduti in un quartiere di quelli “buoni” nel salernitano. Il tipo di zona dove vivono le persone perbene ma che dietro la facciata nasconde tanto marciume quanto il peggiore dei quartieri malfamati. Qui, in una delle palazzine, numerose sono le orribili storie di bambini violati, abusati sessualmente.

Lei, che 40 anni fa è stata vittima delle stesse sevizie a cui sono stati sottoposti due bambini, è stata la chiave di volta nelle indagini atte ad incastrare un sospettato pedofilo e predisporre un nuovo incidente probatorio. Una casualità che ha dato una svolta alle indagini ed aperto nuove piste.

Nel frattempo i piccoli sono stati ascoltati. I due, un maschietto ed una femminuccia, sono stati inviati alla Procura dove hanno riportato l’accaduto. Lui, il maschietto, all’inizio non voleva parlare. Solo il pallone della Salernitana all’interno dell’ufficio del magistrato ha smosso il piccolo che incuriosito ha fatto delle domande. Da qui l’ufficiale si è guadagnato la fiducia del piccolo, ottenendo prove importanti che potrebbero definitivamente mettere fine al pedofilo salernitano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *