Crescent, esito udienza preliminare: appuntamento al 7 novembre

SALERNO. Sarà una giornata doppiamente importante quella del 7 novembre. Infatti, oltre all’atteso e annuale appuntamento previsto per l’inaugurazione delle Luci d’Artista, si saprà anche come il giudice dell’udienza preliminare avrà deciso di pronunciarsi sulla richiesta di rinvio a giudizio, presentata il 23 ottobre scorso, che interessa il sindaco De Luca e altre 22 persone, […]

SALERNO. Sarà una giornata doppiamente importante quella del 7 novembre. Infatti, oltre all’atteso e annuale appuntamento previsto per l’inaugurazione delle Luci d’Artista, si saprà anche come il giudice dell’udienza preliminare avrà deciso di pronunciarsi sulla richiesta di rinvio a giudizio, presentata il 23 ottobre scorso, che interessa il sindaco De Luca e altre 22 persone, accusate di presunte irregolarità nella realizzazione del Crescent, l’edificio progettato dall’architetto Ricardo Bofill. Secondo il sopraintendente Gennaro Miccio, il complesso edilizio dovrebbe essere drasticamente ridimensionato. Infatti, a differenza del progetto originario, non dovranno essere realizzare due torri – una avrebbe dovuto ospitare l’Autorità portuale e l’altra un museo comunale – e neanche dovrà essere costruito l’edificio Trapezio, che sarebbe dovuto essere la nuova sede della Capitaneria di Porto di Salerno. Questi, a parere del sopraintendente, essendo posizionati verso il mare, rappresenterebbero un ostacolo visivo e, quindi, un problema dal punto di vista paesaggistico. Inoltre, il volume dell’edificio ad emiciclo andrebbe ridotto e l’altezza non dovrebbe superare i 26 metri, ovvero quella del Municipio, che costituisce la struttura più rappresentativa della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *