Consegnate agli assegnatari le chiavi dei nuovi alloggi di Oscato

MERCATO SAN SEVERINO. «E’ giunta a definitiva conclusione la procedura per l’assegnazione degli alloggi di Oscato. Le prime quindici famiglie avevano ottenuto le case a febbraio 2014; con la consegna di ulteriori nove alloggi si conclude, questa mattina, un iter che produce benefici a favore dei nuclei familiari interessati, ai quali la nostra Amministrazione Comunale […]

MERCATO SAN SEVERINO. «E’ giunta a definitiva conclusione la procedura per l’assegnazione degli alloggi di Oscato. Le prime quindici famiglie avevano ottenuto le case a febbraio 2014; con la consegna di ulteriori nove alloggi si conclude, questa mattina, un iter che produce benefici a favore dei nuclei familiari interessati, ai quali la nostra Amministrazione Comunale ha dato risposte concrete».
Cosi’ il Sindaco Giovanni Romano.
«Nella giornata di ieri – dice Romano – si è proceduto alla stipula dei contratti, presso la Casa Comunale, con gli assegnatari degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Al riguardo ringrazio, doverosamente, il Responsabile dell’Area Gestione del Territorio, dr. Giancarlo Troiano, e la responsabile dell’Ufficio Alloggi, Emilia Salvati, per il lavoro certosino, accorto e paziente svolto. Questa mattina, invece, gli uffici competenti dell’Area tecnica hanno consegnato le chiavi a queste famiglie che hanno abbandonando i prefabbricati per poter, finalmente, entrare in possesso di un accogliente appartamento. I proprietari, dal canto loro, stanno provvedendo all’attivazione delle utenze domestiche».
«L’assegnazione degli alloggi – prosegue il primo cittadino – è avvenuta tenendo conto delle diverse esigenze dei nuclei familiari, considerando prioritariamente i diversamente abili, le persone anziane, i bambini. Ogni nucleo assegnatario, grazie al preventivo lavoro organizzativo degli uffici dell’area tecnica, ha visto esaudite le proprie richieste. Le prime assegnazioni avevano riguardato i nuclei familiari in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge e dai regolamenti regionali. Ad essi se ne sono aggiunti questi altri ancora allocati nei prefabbricati leggeri realizzati dopo il terremoto del 1980».
«Infatti – prosegue Romano – la ditta incaricata dei lavori ha consegnato i rimanenti alloggi, che abbiamo assegnato ai richiedenti esclusi dalla prima graduatoria a causa del reddito superiore, i quali si sono avvalsi dei benefici derivanti dai provvedimenti emanati dalla Regione Campania, sul tema della cosiddetta housing sociale, che, allo scopo di garantire integrazione sociale e benessere abitativo, consiste nell’offerta di alloggi e servizi abitativi a prezzi contenuti destinati ai cittadini con reddito medio basso che non riescono a pagare un affitto o un mutuo sul mercato privato ma non possono accedere ad un alloggio popolare».
«Siamo soddisfatti – conclude il Sindaco – perché, con la consegna di questi alloggi, la nostra Città chiude definitivamente la dolorosa e triste pagina della ricostruzione post-terremoto risolvendo definitivamente il problema della precarietà abitativa. Ci sono stati momenti in cui abbiamo seriamente temuto che il programma si potesse arrestare a causa di sopraggiunte difficoltà. Ma con pazienza e tenacia, grazie anche alla disponibilità dell’impresa Saggese e del suo titolare Gino Saggese, aggiudicataria dell’appalto, al costante lavoro degli Uffici comunali e alla collaborazione istituzionale con la Regione Campania, siamo riusciti a completare un rilevante piano di investimenti iniziato dieci anni fa e che ha risentito di rallentamenti e lungaggini indipendenti dalla volontà dell’Amministrazione Comunale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *