Concorso docenti 2018, stop alle limitazioni

Le limitazioni, infatti, sono state ritenute illegittime dal Consiglio di Stato, che ha accolto il ricorso presentato dall’Associazione Msa-comparto scuola

SALERNO. All’orale del concorso docenti 2018 potranno partecipare anche alcune categorie di insegnanti inizialmente escluse. Lo rivela il quotidiano La Città. 

E non solo i candidati abilitati e specializzati che sostegno entro il 31 maggio 2017 e, con riserva, gli specializzandi sul sostegno entro il 30 giugno 2018, per essere collocati in una “graduatoria regionale di merito ad esaurimento”.

Le limitazioni, infatti, sono state ritenute illegittime dal Consiglio di Stato, che ha accolto il ricorso presentato dall’Associazione Msa-comparto scuola e aperto le porte anche a 400 docenti campani non ammessi.

«Contro i requisiti d’accesso al concorso, che escludevano ingiustamente diverse categorie di docenti e presentavano numerosi aspetti giuridicamente illegittimi – spiega il responsabile dell’Associazione, Luciano Scandura – abbiamo deciso, assistiti dagli avvocati Aldo Esposito , Ciro Santonicola e Antonio Salerno, di ricorrere al Tar, per ottenere una pronuncia sulla spendibilità del titolo accademico (per i docenti Afam docenti Itp, dottori di ricerca, abilitati e abilitandi estero) o del servizio didattico posseduto (per gli insegnanti con un servizio di 3 anni o con servizio sul sostegno di 3 anni o meno), e consentire a tutti gli esclusi dal bando di poter partecipare al concorso a cattedra 2018 e non perdere così l’opportunità di conseguire l’immissione in ruolo col nuovo piano di reclutamento agevolato».

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *