Comprare casa in Campania: quanto costa e dove conviene. I dati di Salerno

La Campania è la settima regione più cara nel mercato immobiliare. Qui, immobili residenziali vengono venduti a un prezzo medio di 1.950 € per metro quadro

Ad oggi, secondo i dati registrati ad ottobre 2017 dal portale “Immobiliare.it” (portale numero 1 in Italia), la media per la vendita di immobili residenziali in Italia è di circa 1.835 € per metro quadro.

I prezzi a metro quadro più alti per immobili si registrano in Valle d’Aosta. Qui, infatti, il prezzo medio di un immobile residenziale per metro quadro è di 3.098 €.

Al contrario, il valore medio più basso in Italia si registra nella regione Calabria, dove la media per un immobile residenziale venduto è di 1.062 € al metro quadro.

Quanto costa una casa in Campania?

La Campania è la settima regione più cara nel mercato immobiliare. Qui, immobili residenziali vengono venduti a un prezzo medio di 1.950 € per metro quadro. Superiore, quindi, al dato nazionale.

Tale media, però, è piuttosto sommaria. Risulta opportuno osservare i dati registrati nelle singole province.

Case più care in provincia di Napoli

È la provincia di Napoli ad avere il prezzo medio più alto per immobili residenziali venduti: 2.265 € per metro quadro. Segue (in ordine decrescente) la provincia di Salerno con immobili residenziali venduti al prezzo medio di 1.829 € per metro quadro.

Terza è Caserta, la quale registra un valore medio di immobili residenziali di 1.236 € per metro quadro. Avellino registra, in media, 1.012 € per metro quadro per ogni immobile residenziale venduto.

Infine, il prezzo medio richiesto per immobili residenziali più basso è stato registrato nella provincia di Benevento: 935 € per metro quadro.

Quanto costano le case in provincia di Salerno?

Nella provincia di Salerno, il prezzo medio più alto di immobili residenziali venduti è stato registrato nel comune di Ravello. A Ravello il prezzo medio richiesto per un immobile residenziale è pari a 7.291 € per metro quadro.

Altre quotazioni immobiliari elevate nel salernitano si registrano nei comuni di (in ordine decrescente per prezzo): Praiano (7.160 € per metro quadro), Positano (6.278 € per metro quadro), Maiori (6.222 € per metro quadro), Cetara (6.199 € per metro quadro), Amalfi (6.037 € per metro quadro), Atrani (5.815 € per metro quadro), Conca dei Marini (5.716 € per metro quadro), Furore (3.925 € per metro quadro), Vietri sul Mare (2.839 € per metro quadro).

Dove costano meno le case in provincia di Salerno?

E se la stessa somma necessaria all’acquisto di un una casa nelle città sopracitate, la si investisse nel comune di Rutino?

A Rutino è stato registrato il prezzo medio per un immobile residenziale più basso nella provincia di Salerno, con un valore corrispondente a 425 € per metro quadro. Comprare un immobile residenziale a Ravello (comune salernitano che registra la maggiore quotazione immobiliare) corrisponde all’acquisto di circa 17 immobili a Rutino (comune salernitano che registra la minor quotazione immobiliare).

Gli altri comuni che registrano le più basse quotazioni immobiliari nella provincia di Salerno sono (in ordine crescente): Olevano sul Tusciano (570 € per metro quadro), Buccino (585 € per metro quadro), Polla (590 € per metro quadro), Padula (591 € per metro quadro), Montecorvino Rovella (618 € per metro quadro), Giffoni Valle Piana (646 € per metro quadro), Ogliastro Cilento (653€ per metro quadro), San Pietro al Tanagro (688 € per metro quadro), Teggiano (692 € per metro quadro).

Case economiche e case costose in provincia di Salerno

Nel mese di Ottobre, nella provincia di Salerno, il più alto prezzo al metro quadro degli immobili residenziali in vendita è stato registrato nel comune di Ravello. A Ravello il prezzo medio richiesto per un immobile residenziale è pari a € 7.291 per metro quadro.

Dove conviene comprare casa in provincia di Salerno

 Invece, il prezzo di richiesta più basso è stato registrato nel comune di Rutino, con un valore corrispondente a € 425 per metro quadrato.

Dunque: 108,5 chilometri di distanza ai quali corrispondono 6.866€ per metro quadro di differenza. Ciò significa: se a Rutino per comprare un appartamento di 100 metro quadro servono circa 42.500 €, a Ravello ne servono 729.100 €.

Quando, invece, la distanza tra due comuni è minima, solo 2,2 chilometri ossia quella che c’è tra il comune di Ravello e quello di Scala?

Ci si aspetterebbe una differenza del valore immobiliare altrettanto minima. In realtà la differenza di costo per metro quadro tra le due città è consistente.

Ravello registra un prezzo medio per la vendita di un immobile di 7.291 € al metro quadro. Scala, a soli 6 minuti di viaggio in auto di distanza da Ravello, registra un prezzo medio di 2.384 € al metro quadro.

Dunque una mera distanza di 2,2 chilometri alla quale corrispondono 4.907 € di differenza per metro quadro. Ipotizzando l’acquisto di un appartamento, ciò equivale a far sapere all’acquirente: “se vuoi 6 minuti in meno di viaggio, dovrai pagare (per una casa di 100 metri quadri) 490.700 € in più”.

Una situazione simile è quella che si verifica tra i comuni di Ravello e Corbara. La loro distanza è di 18,8 chilometri (circa trenta minuti di viaggio in auto), mentre la differenza del valore medio di immobili residenziali tra i due comuni è pari a: 6.220 € per metro quadro. A Ravello con 729.100 € è possibile acquistare una residenza di 100 metro quadro. Con la stessa somma, a Corbara è possibili acquistare circa sei residenze, dato il valore medio per immobili residenziali che si registra qui pari a 1.071 € per metro quadro.

Un altro rapporto contradditorio tra distanza territoriale e prezzo medio degli immobili per metro quadro è quello tra i comuni di Cetara e Vietri sul Mare.

Sebbene entrambe affaccino sul mare, e siano mete predilette dai turisti, il valore medio di immobili residenziali per m² di Cetara è di 6.199 €. Vietri sul Mare, invece, registra un prezzo medio di 2.839 € per metro quadro.

17 minuti di distanza (6,6 chilometri) tra le due città equivalgono a ben 336mila € di differenza su una casa di 100 metro quadro.

Differenze immobiliari in provincia di Salerno

Il mercato immobiliare è un settore da sempre descritto come dinamico. Dinamicità, la sua, non solo visibile nel tempo (in quanto segue i flussi economici), ma anche territorialmente.

Alla luce dei dati si possono notare rilevanti differenze nel valore medio degli immobili non solo da una regione all’altra della penisola italiana, da una provincia all’altra delle singole regioni, ma persino da una città all’altra, seppur distanti solo pochi chilometri.


Quanto costa comprare casa a Napoli

Leggi i dati: QUI


Quanto costa comprare casa in provincia di Avellino

Leggi i dati: QUI


di Lucia Landolfi


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *