Classifica delle città più pericolose d’Italia a cura de “Il Sole 24 Ore”

La Campania complessivamente è sicuramente una delle regioni più sicure d’Italia

La classifica del quotidiano “Il Sole 24 Ore” mette a confronto le città italiane, indicandoci quella dove c’è il maggior numero di crimini, in base alla popolazione, e quella più sicura.

Non ci stupiamo a constatare che le prime posizioni della classifica sono occupate dalle città del Nord Italia, infatti al primo posto tra le città meno sicure d’Italia c’è Milano, seguita da Rimini, Bologna, Torino e Roma.

Anche città che notoriamente sono considerate tranquille e sicure, sempre del Centro-Nord, sono posizionate tra le peggiori: infatti troviamo Firenze al settimo posto, Ravenna all’ottavo, Venezia al diciassettesimo, Pavia al diciottesimo, Brescia al ventiduesimo e Trieste al trentunesimo.

Napoli, da sempre ritenuta una delle città più criminali e poco sicure, si trova invece soltanto al trentaseiesimo posto della classifica.

Le altre province campane risultano essere molto più sicure di tante città del Nord, infatti Salerno è al posto 69, Caserta all’82, Avellino al 101 e Benevento al 103.

Considerando che la classifica prevede 106 città d’Italia, la Campania complessivamente è sicuramente una delle regioni più sicure d’Italia, da un’analisi approfondita risulta che il Sud è di gran lunga più sicuro del Nord.

Il primato della città più sicura d’Italia va, secondo l’importante quotidiano nazionale, a Matera.

Ecco la classifica

ilsole24ore-citta-criminali-italiane1

0 risposte a “Classifica delle città più pericolose d’Italia a cura de “Il Sole 24 Ore””

  1. Ho sempre detto da anni che la citta’ piu’ sicura in EUROPA e’ CASAL di PRINCIPE . Infatti e’ il principe della sicurezza . Non succede mai niente.
    L’Italia ? Che paese di MERDA.
    Saluti e rispetto

  2. Semplicemente xchè queste statistiche si fanno sui reati denunciati. Tutti quello non denunciati nn risultano, x cui sono classifiche che nn voglion dire nulla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *