Clan degli zingari: bottini nei reggiseni e pranzi di lusso

I carabinieri sono riusciti ad intercettare il percorso degli "zingari", come li chiamano in città, attraverso le celle telefoniche

manette

AGROPOLI. Maxi blitz dei Carabinieri ad Agropoli contro un clan di zingari che operava su territorio nazionale: fermati 25 soggetti. I malviventi nascondevano gli oggetti in oro nei reggiseni e poi festeggiavano con pranzi di lusso.

Secondo quanto riporta “Il Mattino”, quando progettavano un colpo in una gioielleria, agivano sempre nello stesso modo: noleggiavano un’auto e arruolavano un autista occasionale. Subito dopo il furto, con la collaborazione di altri gruppi rom, facevano subito ritorno ad Agropoli.

I carabinieri sono riusciti ad intercettare il percorso degli “zingari”, come li chiamano in città, attraverso le celle telefoniche. L’operazione Faro si è conclusa l’altro giorno con 25 provvedimenti restrittivi a carico del gruppo Marotta-Cesarulo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *