Chiesa tinta di granata ai funerali di Antonio, il cordoglio della Salernitana

Antonio De Sarlo vive nei ricordi, nelle lacrime, nella commozione di chi l'ha conosciuto e mai potrà dimenticarlo: il cordoglio del club

BATTIPAGLIA. “Antonio vive“. Recita così lo striscione bianco sistemato all’ingresso della chiesa di Sant’Antonio di Padova a Serroni di Battipaglia. 

Antonio De Sarlo vive nei ricordi, nelle lacrime, nella commozione di chi l’ha conosciuto e mai potrà dimenticarlo. Ieri si sono celebrati i funerali del 18enne che ha perso la vita a causa di un incidente in moto a Salerno.

La chiesa gremita si è tinta di granata, una delle sue più grandi passioni. l lato dell’altare, nell’ampia aula liturgica della chiesa di Sant’Antonio, c’è pure una folta delegazione della Salernitana. Pasquale De Sarlo, il fratellone di Antonio, il gemello più grande di un anno, è il capitano della Primavera.



A guidare la rappresentanza granata c’è un altro capitano, quello dei “big”, il difensore Raffaele Schiavi: accanto a lui siedono il team manager, Sasà Avallone, e Alberto Bianchi, direttore tecnico del settore giovanile. La Primavera è al gran completo: c’è l’allenatore, Alberto Mariani, c’è lo staff tecnico e ci sono tutti i granatieri.

Timidamente, al termine della celebrazione, si avvicinano al capitano per dargli un abbraccio, e all’uscita fissano silenziosamente la bara bianca del fratello morto tragicamente nella notte tra sabato e domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *