Cava, picchia l’aggressore del figlio: ma era un carabiniere

Una vicenda singolare si è verificata a Cava de' Tirreni martedì scorso.

CAVA DE’TIRRENI. Una vicenda singolare si è verificata a Cava de’ Tirreni martedì scorso. Un padre ha difeso suo figlio che era stato bloccato da un uomo che credeva fosse un criminale, in realtà lo stesso “aggressore” era un carabiniere. I carabinieri, infatti, in un’attività di contrasto per spaccio di droga nella frazione di Santa Lucia hanno fermato il giovane, lo stesso aveva precedentemente gettato una bustina dalla tasca e provato a scappare.

Come racconta il portale SalernoToday, nella bustina gettata, poi ritrovata dalle forze dell’ordine, vi erano 10 grammi di marijuana. Uno dei carabinieri ha fermato il ragazzo, in quel momento però il padre, credendo che suo figlio fosse vittima di un’aggressione, si è scagliato contro il militare. L’intervento di una pattuglia ha placato la situazione.

Il padre è stato perquisito e successivamente arrestato. Il brigadiere aggredito è stato soccorso per le lievi ferite. Il giudice ha convalidato l’arresto per poi rimettere in libertà l’uomo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *