Cava: Nel silenzio del Lamberti la Cavese perde contro il Cerignola, ora Potenza a più 7

Si giocava a porte chiuse il big match di giornata tra Cavese seconda e Cerignola terza in classifica, per la giornata di squalifica inflitta per gli episodi  di domenica scorsa (petardo in campo).

CAVA DE’ TIRRENI. Si giocava a porte chiuse il big match di giornata tra Cavese seconda e Cerignola terza in classifica, per la giornata di squalifica inflitta per gli episodi  di domenica scorsa (petardo in campo). La Cavese di Bitetto è orfana di Carotenuto, al suo posto esordio dal primo minuto per l’ex Vibonese Frezzi, si schierava con il consueto 3-5-2, con l’unica variazione del giovane esterno destro. Dall’altra parte il Cerignola di Grimaldi (squalificato e in tribuna,  in panchina c’era Silvestri) si schierava con un 4-4-2 con punte Louzada e Longo.

Il match

La Cavese parte bene, al 3’ Massimo calcia di poco fuori, al 10’ amnesia difensiva di Fabbro  con Russo che calcia ma Bisogno compie un grande intervento evitando lo svantaggio. Al 17’ bella combinazione sulla sinistra : Fella per Garofalo che crossa, Girardi di testa manda di poco fuori. Al 30’ lo stesso numero 9 metelliano segna ma per l’arbitro Michele Giordano di Novara è fuorigioco. Al 37’Girardi sempre di testa impegna Maraolo alla parata in angolo, sugli sviluppi del seguente corner calciato da Manzo Martiniello lasciato solo fa 1 a 0, tredicesima marcatura stagionale per il bomber aversano. Al 43’la Cavese è costretta a perdere Lame, il giovane senegalese si fa male alla spalla, Bitetto quindi effettua due cambi , dentro l’esperto Gorzegno e Logoluso centrocampista under al posto di Massimo per ripristinare il numero di under in campo. Nella ripresa purtroppo la partita cambia totalmente con i padroni di casa che pian piano spariscono dalla partita, al 62’ il gol del pari : lungo passaggio dalle retrovie pugliesi per il neoentrato Morra, Bisogno inspiegabilmente esce dalla porta con il numero 7 ceragnolano che da posizione defilata lo beffava con un pallonetto. Al 73’ arrivo il gol del K.O. lungo lancio dei pugliesi per  Longo, l’ex attaccante della Frattese batte Bisogno con un pregevole pallonetto. La Cavese in pieno recupero troverà la rete dell’ipotetico pari, ma Oggiano è in fuorigioco, alla sue spalle vi era Girardi in posizione regolare. La partita finisce con i metelliani che cadono in casa e  che si portano a meno 7 punti dal Potenza di Ragno sempre più saldamente prima in classifica.

TABELLINO CAVESE-AUDACE CERIGNOLA 1-2

CAVESE (3-4-1-2): Bisogno; Lamé (42’ Logoluso), D’Alterio, Fabbro (81’ Tripoli); Frezzi, Massimo (42’ Gorzegno), Manzo, Garofalo; Fella (78’ Oggiano); Girardi, Martiniello (87’ De Angelis). All. Bitetto

A disp.: Marruocco, Marino, Mincione, Favasuli.

AUDACE CERIGNOLA (4-2-3-1): Maraolo; Cappellari, Di Bari (87’ Allegrini), Ciano, Donnarumma (57’ Russo L.); Russo S. (57’ Morra), Moro, Carannante; Loiodice; Louzada (66’ Maiorano), Longo. All. Silvestri

A disp.: Abagnale, Ngom, Matere, Cianci.

MARCATORI: 38’ Martiniello, 62’ Morra (A), 74’ Longo (A)

ARBITRO: Sig. Michele Giordano di Novara

AMMONITI: Ciano (A), Gorzegno, Manzo, Fabbro

ESPULSI: Morra (A)

NOTE: Gara disputata a porte chiuse. Recupero: 2’ pt, 7’ st. A fine partita, espulsi Di Bari (A) e Marruocco per aver provocato una rissa dopo il triplice fischio dell’arbitro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *