Caso Ifil, Tribunale dichiara fallimento. A rischio processo De Luca junior

Il Tribunale di Salerno ha dichiarato il fallimento dell'Ifil. A rischio processo De Luca Junior, Del Mese, Lamberti e Peppino Amato junior

SALERNO. Il Tribunale di Salerno ha dichiarato il fallimento dell’Ifil, la società coinvolta nel crac del pastificio Amato.

Dalla sentenza depositata, il Tribunale di Salerno apre ora un nuovo filone che coinvolge Piero De Luca, figlio dell’ex sindaco di Salerno. De Luca junior rischia il processo insieme a Mario Del Mese, socio dell’Ifil al 50% e al cognato di quest’ultimo, Vincenzo Lamberti. Per loro l’ipotesi d’accusa è di bancarotta fraudolenta.

A rischio processo con la medesima ipotesi d’accusa anche Peppino Amato junior, già coinvolto nell’inchiesta riguardante il pastifico Amato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *