Camorra, arrestato Giovanni Marandino: esponente di spicco nella Nuova Camorra Organizzata

ALBANELLA. Importante operazione dei carabinieri di Albanella che hanno tratto in arresto l’esponente di spicco della Nuova Camorra Organizzata negli anni ’70, il 77enne Giovanni Marandino. L’uomo è inoltre accusato di aver favorito la latitanza del boss Raffaele Cutolo nel maggio del 1979. Su disposizione della Dda di Napoli, nel corso dell’operazione, sono state sottoposte […]

ALBANELLA. Importante operazione dei carabinieri di Albanella che hanno tratto in arresto l’esponente di spicco della Nuova Camorra Organizzata negli anni ’70, il 77enne Giovanni Marandino. L’uomo è inoltre accusato di aver favorito la latitanza del boss Raffaele Cutolo nel maggio del 1979. Su disposizione della Dda di Napoli, nel corso dell’operazione, sono state sottoposte a fermo altre 6 persone, accusate di far parte di un’organizzazione clandestina che vede a capo proprio Marandino.
L’esponente di spicco della Nuova Camorra Organizzata e gli altri 6 sottoposti a fermo devono ora rispondere dell’accusa di associazione mafiosa, usura ed estorsione. Le stesse accuse, dunque, che nel 2006 a Firenze portarono all’arresto dello stesso Marandino che gestiva un clan nell’Isola d’Erba. Gli investigatori sostengono che il clan operava sia nella Piana del Sele che a Salerno e nell’agro nocerino. Le indagini della polizia hanno avuto inizio lo scorso mese di dicembre dopo una denuncia per estorsione ai danni di alcuni imprenditori che lavoravano tra Eboli e Battipaglia, costretti a subire ricatti e minacce. Da qui, sono partite le intercettazioni telefoniche che hanno poi portato all’arresto di Ciro Casella, sorpreso a Capaccio con un’arma con matricola abrasa prima che si recasse assieme ad altri indagati a minacciare un imprenditore. Nella sua auto, a Salerno, è stato poi trovato un ordigno a base di tritolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *