Calil gol e la Salernitana vince il derby contro la Paganese

Come una settimana fa a Reggio Calabria: la Salernitana ringrazia, a segno per la terza gara consecutiva, il sempre decisivo Calil e fa suo il derby dell’ “Arechi” contro la Paganese, brindando alla quarta vittoria consecutiva (la seconda tra le mure amiche) e al primo posto conquistato con due punti di vantaggio sul Benevento, atteso […]

Come una settimana fa a Reggio Calabria: la Salernitana ringrazia, a segno per la terza gara consecutiva, il sempre decisivo Calil e fa suo il derby dell’ “Arechi” contro la Paganese, brindando alla quarta vittoria consecutiva (la seconda tra le mure amiche) e al primo posto conquistato con due punti di vantaggio sul Benevento, atteso domani contro il Lecce.  Si è rivisto allo stadio Mendicino che ha voluto salutare prima della gara i 7948 spettatori del principe degli stadi, fra tre giorni in Coppa Italia forse il suo ritorno in campo. Senza gli squalificati Tuia e Favasuli, Menichini ripropone per la Salernitana il 4-3-1-2 con Giandonato e Bovo ai fianchi di capitan Pestrin e Nalini che vince il ballottaggio in avanti con Gabionetta, andando a comporre il duo d’attacco con Negro. Al 12′ p.t. Calil prova a mettere paura all’ex di turno Marruocco (l’altro era Girardi): botta di destro dalla trequarti che termina alta sulla traversa. Al 19′ p.t. sinistro di Franco con l’estremo difensore ospite che si allunga e fa suo il pallone. Salernitana che due minuti dopo avrebbe trovato anche il vantaggio con Negro se non fosse per la bandierina alzata per off side dell’ex Latina. Al 24′ p.t. si fa vedere anche la Paganese: Herrera allarga troppo il piattone e sfera che termina fuori di un niente facendo venire i brividi sulla schiena ai tifosi granata. Momento propizio per gli ospiti, al 29′ p.t. Herrera mette dentro per Caccavallo la cui girata è centrale e facile preda di Gori. Al 43′ p.t. granata meritatamente in vantaggio: Calil sfrutta un errore dentro l’area di Schiavino e con un dolce pallonetto beffa Marruocco in uscita bassa. Dopo un minuto di extra time l’arbitro decreta la fine del primo tempo.Ripresa che inizia con Sottil che effettua il suo primo cambio: dentro un attaccante, Bernardo, e fuori un centrocampista, Calamai, e Paganese che passa al 3-4-1-2. Menichini risponde con Gabionetta al posto di Negro e Bianchi per Giandonato per un ritorno al 3-5-2. Nella seconda frazione, Marruocco si rende protagonista di una scenetta comica: trattenuto per la maglia da Nalini, il portiere pensa bene di “fingere” buttandosi a terra dolorante. L’arbitro non ci casca e rifila il cartellino giallo all’ex granata che si becca anche gli sfottò dei tifosi. Al 23′ s.t. Lanzaro da posizione invitante spara alto sulla traversa, stessa sorte al 38′ s.t. per Schiavino sul fronte opposto. Dopo cinque minuti di recupero, Salernitana che può iniziare i festeggiamenti per questa vittoria, pensando già al prossimo impegno di mercoledì nella Coppa Italia di Lega Pro contro il Cosenza.

Salernitana (4-3-1-2): Gori, Colombo, Lanzaro, Trevisan, Franco, Bovo, Pestrin, Giandonato (18′ s.t. Bianchi), Calil, Nalini, Negro (9′ s.t. Gabionetta)   All: Menichini

Paganese (4-3-3): Marruocco, Tartaglia, Schiavino, Moracci, Armenise, Calamai (1′ s.t. Bernardo), De Liguori, Baccolo, Caccavallo, Girardi (37′ s.t. Malcore), Herrera (44′ s.t. Bussi)   All: Sottil

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *