Boom di accessi all’ospedale Ruggi d’Aragona. Interviene la Cgil

SALERNO. È boom di accessi all’ospedale di Ruggi d’Aragona. Negli ultimi 10 giorni, infatti, gli eventi giornalieri hanno subito un aumento di circa 50 accessi in più. Si è così passati da 300 a 350 interventi al giorno. Con questi dati, la capacità di assistenza del Pronto Soccorso è al collasso, complice anche le difficoltà […]

incidente

SALERNO. È boom di accessi all’ospedale di Ruggi d’Aragona. Negli ultimi 10 giorni, infatti, gli eventi giornalieri hanno subito un aumento di circa 50 accessi in più. Si è così passati da 300 a 350 interventi al giorno. Con questi dati, la capacità di assistenza del Pronto Soccorso è al collasso, complice anche le difficoltà di smistamento dei pazienti nei reparti, alle prese con una cronica carenza di personale e posti letto. Così, si allungano anche i tempi d’attesa e i pazienti sono costretti ad attendere sulle barelle anche per diverse ore.
Da qui l’intervento della Cgil che attraverso Margaret Cittadino dichiara: «L’aumento degli arrivi in pronto soccorso ha portato a stazionamenti anche di 48 ore, in qualche caso addirittura i pazienti hanno dovuto attendere in ambulanza che si liberasse un posto. Una situazione paradossale che unisce al disagio per l’utente il blocco per lungo tempo di un mezzo di soccorso».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *