Bimbi prematuri, uno su due ha disturbi del linguaggio e apprendimento

Nuovo studio presentato dalla Federazione Logopedisti Italiani (FLI) al congresso della Società Italiana di Otorinolaringologia a Napoli

In Italia ogni anno 50 mila neonati, pari a un neonato su dieci, nascono prima della 37a settimana. Sono piccoli e fragili, da trattare con cura speciale, di basso peso e/o con danni neonatali, per cui prima di tornare a casa con mamma e papà trascorrono giorni o settimane ricoverati in una terapia intensiva dove si decide il loro destino.

Bimbi prematuri, i disturbi nel linguaggio e nell’apprendimento

Un prematuro su cinque, infatti, avrà danni a lungo termine anche gravi, dalla sordità alla paralisi cerebrale e deficit mentali, e fino a uno su due presenterà ripercussioni più lievi, ma invalidanti, come disturbi del linguaggio, difficoltà di apprendimento o deficit dell’attenzione e iperattività, e l’80 per cento avrà difficoltà nell’alimentazione orale, con un rischio di conseguenze molto elevato nei grandi prematuri, che nascono prima della 32a settimana e sono il 2% del totale… continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *