Battipaglia, gestivano il giro di prostituzione: arriva lo sconto di pena

È stata rideterminata la pena per i capi delle due organizzazioni criminali che, albanese e rumena, gestivano la prostituzione tra la foce del Tusciano e la zona Lago a Battipaglia

BATTIPAGLIA. È stata rideterminata la pena per i capi delle due organizzazioni criminali che, albanese e rumena, gestivano la prostituzione tra la foce del Tusciano e la zona Lago a Battipaglia.

Questa è la decisione presa ieri dalla Corte d’Appello di Salerno, come riporta La Città, che ha rideterminato in 3 anni di reclusione la pena per i fratelli Vistol e Kristian Sulejmani.

Gestivano il giro di prostituzione a Battipaglia: i dettagli

Sconto di pena anche per Nuard Kekanay , sodale dei fratelli Sulejmani nella gestione delle ragazze, che è stato condannato a due anni.

Due anni è anche la condanna inflitta in appello a Mihai Gheorghe Razvan , detto “Rosario”.

È stato respinto, invece, il ricorso proposto da Adam Carol , detto “Boby”, che fu condannato a 3 anni e 3 anni e 4 mesi dai giudici della seconda sezione penale di Salerno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *