Battipaglia, Forza Italia: “Sulle caldaie a scuola molte sciocchezze”

L'intervento di Forza Italia Battipaglia in merito al malfunzionamento delle caldaie a scuola

conferenza stampa, conferenza stampa urgente

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Forza Italia Battipaglia relativo al cattivo funzionamento delle caldaie nelle scuole:

«Negli ultimi giorni abbiamo letto e ascoltato molte sciocchezze e falsità in merito al problema delle caldaie ancora Non funzionanti nelle scuole di Battipaglia, oltre ad una serie di proclami e post ridicoli sui social da parte anche di amministratori, che screditano ulteriormente l’immagine della città.Chi amministra si prenda le proprie responsabilità senza dare la colpa a chi c’era prima, cercando di coprire errori ed omissioni!!! Se stessero un po’ meno su facebook forse qualcosa in più potrebbero farla. In proposito sono doverose alcune precisazioni: innanzitutto parliamo di caldaie e non di impianti nucleari. La competenza per la gestione degli impianti e le caldaie è dell’ufficio tecnico, di cui il comune di Battipaglia è dotato, i dipendenti son pagati per svolgere tali mansioni, in particolare vi è una apposita struttura “ufficio impianti”. L’ex assessore Giuseppe Provenza è persona abituata a prendersi le sue responsabilità, ma non ricopre più il ruolo di assessore da circa 40 giorni chiamarlo in causa anche quando non c’entra più nulla è davvero paradossale. È un genitore che vive in questa città a differenza di altri attuali amministratori e conosce bene i problemi delle scuole, pertanto con senso di responsabilità, senza badare ai limiti e contenuti della propria delega, per evitare disagi ai nostri ragazzi e bambini, diversi mesi fa, com’è avvenuto anche lo scorso anno, aveva sollecitato gli uffici competenti e informato anche la sindaca (vedi note protocollate), a compiere gli adempimenti e l’attività necessaria per il funzionamento delle caldaie, poi però a fine ottobre è stato esautorato (formalmente rimosso i primi di novembre), evidentemente la sindaca, che aveva trattenuto per se la delega ai Lavori Pubblici, non ha più fatto nulla, bloccando questo e tanti altri lavori ed attività in corso. Questa è la verità. Ritardi e omissioni si registrano in molti altri settori, vedi in materia ambiente/rifiuti, fortunatamente la gente, sebbene stanca, oggi si documenta, è attenta, osserva e giudica…il tempo è galantuomo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *