Battipaglia, donna cade a causa di una buca e il Comune paga oltre 3.200 euro

L'8 giugno del 2012, intorno alle ore 12.30, la signora R.T. era inciampata a causa di una buca tra via Italia e l'incrocio con via Ferrovia

BATTIPAGLIA. Cade a causa di una buca ed il Comune paga circa 3.200 euro tra risarcimento e spese legali dopo oltre sei anni.

Cade a causa di una buca

L’8 giugno del 2012, intorno alle ore 12.30, la signora R.T. era inciampata a causa di una buca tra via Italia e l’incrocio con via Ferrovia, nei pressi della stazione ferroviaria. Cadendo a terra, a causa di una crepa tra le mattonelle non segnalata e non visibile, la donna accusava una distorsione alla caviglia sinistra.

Trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Battipaglia per le cure mediche, la donna aveva denunciato il Comune per il risarcimento delle lesioni fisiche derivata dalla caduta.

Il risarcimento

Il 10 gennaio 2014, il Giudice di Pace di Eboli, con sentenza numero 302/2014, aveva condannato il Comune di Battipaglia al pagamento della somma di 1.400 euro per le lesioni oltre interessi legali, di 380 euro oltre Iva per il ctu, di 850 euro per l’avvocato.

A seguito della notifica della sentenza al Comune e di un accordo tra le parti, è stata definita la somma complessiva di 3.280,75 euro, che il Comune ha corrisposto alla donna per le lesioni e le spese legali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *