Gli archeologi dell’Università di Salerno scoprono un quartiere artigianale di età romana

Gli archeologi dell’Università di Salerno un quartiere artigianale di età romana adibito alla produzione di ceramica. Risale all’epoca compresa tra la fine del I sec. a.C. e il I sec. d.C. ed è stato individuato nei pressi di Masseria Grasso, a pochi chilometri da Benevento, lungo il tracciato dell’Appia Antica.

La scoperta si deve agli archeologi dell’Università di Salerno guidati dal professor Alfonso Santoriello (Cattedra di Archeologia dei Paesaggi) nell’ambito del progetto Ancient Appia Landscapes, nato nel 2011 in seguito a una convenzione stipulata tra il Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università degli Studi di Salerno e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento.

Il progetto prevede un museo diffuso lungo il tratto da Benevento a Mirabella Eclano (Avellino), con il coinvolgimento anche dei territori di San Giorgio del Sannio, San Nicola Manfredi, Calvi, Bonito, Venticano e Apice. Il progetto Ancient Appia Landscapes invece interessa, con attivita’ di ricerca, il territorio compreso tra il ponte Leproso (Benevento) e il ponte Rotto (nel comune di Apice).


Fonte: lacittà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *