Babbo Natale ha il cuore granata: raccolta di giocattoli allo stadio Arechi

Babbo Natale ha il cuore granata. Raccolta di giocattoli allo stadio Arechi, per i bambini ricoverati nel reparto di Pediatria dell'ospedale di Salerno

stadio_arechi

Babbo Natale ha il cuore granata. È il nome dato alla raccolta di giocattoli in programma lunedì allo stadio Arechi, per regalare un sorriso ai bambini ricoverati nel reparto di Pediatria dell’ospedale di Salerno.

Batte forte il cuore granata. Raccolta di giocattoli allo stadio Arechi per i bimbi del Ruggi

L’associazione “Ama Salerno” ha organizzato la manifestazione “Babbo Natale ha il cuore Granata”: una raccolta di giocattoli da destinare ai bambini ricoverati nei reparti di Pediatria dell’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona, durante le festività natalizie.

La raccolta di giocattoli, libera e gratuita, avrà luogo lunedì 10 dicembre prossimo, prima dell’incontro di calcio della Salernitana con il Brescia, dalle ore 19,30 alle ore 21,00, presso un apposito stand che sarà allestito sull’area pedonale antistante la Tribuna dello Stadio Arechi dagli Associati di “Ama Salerno”, ovviamente autorizzati dal Comune di Salerno.

I giocattoli raccolti saranno consegnati ai bambini ricoverati nei reparti di Pediatria dell’Ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona dall’Associazione “Ama Salerno”, accompagnata da una rappresentanza della Salernitana, che ha immediatamente aderito all’iniziativa.

La società granata, non soltanto si è resa disponibile alla consegna in ospedale dei doni raccolti da “Ama Salerno”, con una propria delegazione, ma ha già dichiarato di voler contribuire a riempire il sacco di Babbo Natale dei piccoli pazienti, anche con giocattoli acquistati direttamente dai calciatori.

L’Associazione “Ama Salerno” confida nella sensibilità di quanti vorranno aderire all’iniziativa, portando un proprio piccolo dono presso lo stand antistante l’ingresso Tribuna dello Stadio Arechi lunedì prossimo, dalle ore 19.30 e fino all’inizio della partita con il Brescia.

Leggi anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *