Si finge avvocato e truffa una donna: a giudizio

Raggira una donna e finisce a processo. L'imputato è un finto avvocato, di Nocera Inferiore: qui di seguito tutti i dettagli

processo

NOCERA INFERIORE. Raggira una donna e finisce a processo. L’imputato è un finto avvocato, di Nocera Inferiore. Secondo la procura, avrebbe intascato 1922 euro per impugnare una sentenza emessa dal tribunale di Nocera. Lo riporta il quotidiano Il Mattino.

Raggira una donna e va a giudizio

Agli atti dell’inchiesta, dopo la denuncia sporta dalla parte offesa, c’è un fascicolo con dentro una procura firmata in bianco per le liti, un patto di manleva, la nomina di fiducia in bianco per ricorso avverso la pronuncia e, infine, una falsa istanza di mediazione. Tutto materiale che però risulta inutile, in quanto chi si professava di essere il legale interessato, in realtà non svolgeva la professione di avvocato.

Eppure, quell’uomo era riuscito ad intascare il denaro per portare avanti la pratica legale, a partire dalla sentenza emessa il 24 maggio 2016 contro la sua “cliente”. La vittima, in questo caso, si era fidata e aveva firmato dei fogli in bianco per velocizzare il tutto. Il reato contestato viene collocato nel tempo il giorno 22 luglio 2016. Ora il processo, dopo il decreto di citazione a giudizio firmato dal sostituto procuratore Donatell Diana. Con quell’escamotage, l’imputato era riuscito ad ottener i soldi, giustificandolo come un anticipo, per partire con il giudizio in Appello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *