Assicurazioni auto: la regione dove costa meno è la Valle d’Aosta, la più cara è la Campania

Si conferma nuovamente maglia nera di questa statistica la regione Campania, con un premio medio di 526,40 euro, dove assicurare un veicolo costa più caro

Il nuovo bollettino IPER elaborato dall’IVASS, relativo al quarto trimestre del 2017, mette a disposizione alcune interessanti informazioni circa i premi dell’assicurazione auto che vengono pagati nelle diverse regioni italiane. I dati emersi mettono in risalto un fatto ormai consolidato da anni, che nelle regioni del centro sud Italia i premi assicurativi medi che vengono pagati per i veicoli risultano essere più alti che nelle regioni del nord, anche se vi sono alcune eccezioni che andremo a vedere meglio di seguito in dettaglio.

Si conferma nuovamente maglia nera di questa statistica la regione Campania, con un premio medio di 526,40 euro, il territorio in cui assicurare un veicolo costa più caro. Un premio che è decisamente superiore rispetto alla media italiana di 417 euro, con gli automobilisti campani che si ritrovano a pagare quasi il doppio rispetto a coloro che posseggono un veicolo a quattro ruote in Valle d’Aosta, dove il premio medio risulta essere il più basso d’Italia grazie ai suoi 303,20 euro.

Le principali cause che determinano queste differenze di prezzo sono legate alla frequenza con cui accadono incidenti e sinistri che coinvolgono la parte RC auto, e che variano notevolmente da regione a regione. Per garantirsi la migliore offerta possibile gli automobilisti effettuano con sempre maggiore frequenza ricerche e approfondimenti direttamente sui siti internet delle compagnie. Grazie all’avvento d’internet bastano pochi minuti per avere un preventivo rca gratuito e completo, come quelli offerti dalla compagnia UnipolSai, che assicurano le vostre auto e moto attraverso soluzioni che offrono garanzie su misura, servizi hi-tech Unibox e applicazioni per tenere sotto controllo tutto quello che riguarda la propria polizza RCA, e che, inoltre, garantiscono un’assistenza completa h24.

Tornando al bollettino IPER, le due province i cui costi delle coperture rca risultano più alti sono Napoli e Prato, dove si paga una media di premio superiore alle 600 euro. Va molto meglio agli abitanti di Oristano, dove coloro che assicurano il proprio veicolo pagano un premio annuale di poco inferiore alle 300 euro. Tra le regioni più costose, dopo la Campania capolista, troviamo la Toscana, il Lazio e la Calabria, mentre tra quelle meno costose oltre alla Valle d’Aosta troviamo anche il Molise, Il Friuli Venezia Giulia e l’Abruzzo. Un rapporto che nonostante rimarchi la differenza sostanziale tra alcune zone italiane per quello che riguarda l’assicurazione obbligatoria auto, evidenzia che il divario tra le stesse è in sensibile diminuzione rispetto agli anni precedenti.

I sistemi di controllo satellitare

Un importante passo nella discesa dei prezzi è rappresentato dalla diffusione dei sistemi di controllo satellitare, che da un lato permettono di ottenere sconti sulla polizza anche de 25% e dall’altro consentono alle compagnie assicurative una maggiore verifica degli episodi di sinistro e la diminuzione dei tentativi di truffa, fenomeni ancora presenti in varie aree geografiche italiane. Un ruolo importante sarà anche giocato dall’evoluzione del rapporto tra le compagnie assicurative e le imprese di riparazione quali i meccanici e carrozzieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *