Arrestato noto imprenditore di Vallo della Lucania per bancarotta fraudolenta

VALLO DELLA LUCANIA. Questa mattina, all’esito di una complessa attività d’indagine condotta dai militari della Guardia di Finanza di Sapri, è stato portato, nel carcere di Vallo della Lucania (SA), un imprenditore del Basso Cilento, a seguito di un ordine di esecuzione disposto dal Procuratore Capo della Repubblica , Dott. Vittorio Russo. L’imprenditore dovrà scontare […]

VALLO DELLA LUCANIA. Questa mattina, all’esito di una complessa attività d’indagine condotta dai militari della Guardia di Finanza di Sapri, è stato portato, nel carcere di Vallo della Lucania (SA), un imprenditore del Basso Cilento, a seguito di un ordine di esecuzione disposto dal Procuratore Capo della Repubblica , Dott. Vittorio Russo.
L’imprenditore dovrà scontare una condanna definitiva a 6 anni di reclusione per i reati di bancarotta fraudolenta, di cui all’art. 216, primo comma, n. 1 e 2, e all’art. 223 della Legge Fallimentare.
I beni sottratti alla procedura fallimentare risultavano custoditi all’interno di un capannone, sito nel Comune di Santa Marina (SA), di proprietà di una delle società riconducibili al soggetto ed erano stati acquistati con fondi comunitari, nell’ambito di un piano di investimenti, che prevedeva la costruzione di un impianto di avannotteria (allevamenti ittici) e di un ulteriore impianto destinato alla lavorazione ed alla trasformazione di prodotti ittici, finanziati con tre distinti decreti di concessione POR per un ammontare complessivo di circa €. 4.000.000,00.
In realtà, le ingenti somme di denaro ricevute, furono destinate,in parte, all’utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *